Sono passati sei mesi dagli eventi che hanno concluso la terza serie di “Stranger Things“. Dopo quanto accaduto, ognuno dei giovani protagonisti sta cercando di adattarsi ai cambiamenti accaduti nelle loro vite. Per esempio, Undici, senza più poteri, subisce il bullismo nella sua nuova scuola, dopo che lei, Will, Jonathan e Joyce continuano a vivere lontano da Hawkins; sempre per la lontananza, Jonathan e Nancy hanno dei problemi di comunicazione, che si ripercuotono sulla loro storia; Max non si è ripresa dopo la scomparsa di Billy, Mike e Dustin hanno il gruppo di D&D mentre Lucas è preso dalla squadra di basket.

Ma quando sembra che finalmente possano vivere senza pericoli e minacce dal Sottosopra, ecco che una terribile uccisione riporta nuovamente il panico, con dei nuovi sviluppi per i nostri giovani protagonisti.
Nonostante un episodio pieno di tensione, quando uno dei ragazzi si trova in pericolo di vita, il ritorno di alcuni personaggi del passato e la partecipazione straordinaria di Robert Englund (il suo ruolo più emblematico è Freddy Krueger in “Nightmare”), interprete di un personaggio che sarà fondamentale per una scoperta importante, il fatto che la serie sia ambientata in più set, nei quali veniamo catapultati all’improvviso, a volte tende a smorzare la tensione e a perdere il giusto coinvolgimento con quanto stiamo assistendo.
La quarta stagione – divisa in Volume 1 e Volume 2 – è composta da 9 episodi, di cui i primi 6 sono disponibili sulla piattaforma Netflix dal 27 maggio scorso in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo, mentre i restanti tre andranno in onda dal 1 luglio.
Nel cast ritornano Winona Ryder (Joyce Byers), David Harbour (Jim Hopper), Millie Bobby Brown (Undici), Finn Wolfhard (Mike Wheeler), Gaten Matarazzo (Dustin Henderson), Caleb McLaughlin (Lucas Sinclair), Noah Schnapp (Will Byers), Sadie Sink (Max Mayfield), Natalia Dyer (Nancy Wheeler), Charlie Heaton (Jonathan Byers), Joe Keery (Steve Harrington), Maya Hawke (Robin Buckley), Priah Ferguson (Erica Sinclair), Brett Gelman (Murray), Cara Buono (Karen Wheeler) e Matthew Modine (Dott. Brenner).
I Duffer Brothers – creatori della serie ed anche produttori esecutivi insieme a Shawn Levy e Dan Cohen di 21 Laps Entertainment, Ian Paterson e Curtis Gwinn – hanno scritto la sceneggiatura e diretto gli episodi 1, 2, 7, 8 e 9. L’episodio 3 è stato scritto da Caitlin Schneiderhan e diretto da Shawn Levy, che ha diretto anche l’episodio 4, sceneggiato invece da Paul Dichter. Gli episodi 5 e 6 sono stati diretti da Nimród Antal ma scritti il primo da Kate Trefry mentre il secondo da Curtis Gwinn.
La serie è prodotta da Monkey Massacre Productions e 21 Laps Entertainment.
Netflix ha confermato che “Stranger Things” terminerà con la prossima stagione, la quinta.
Martina Alviani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *