Tutti la guardano, tutti ne parlano e sembra piacere a chiunque: “Squid Game” è la serie Tv Netflix del momento. E che forse sta per battere ogni record. Creata e diretta da Hwang Dong-hyuk, la serie è uscita lo scorso 17 settembre e in sole 3 settimane è arrivata al primo posto in 90 Paesi, dagli Stati Uniti agli Emirati Arabi, dal Brasile alla Lituania, Italia compresa. E questo nonostante sia in lingua originale, in coreano. Secondo il co-amministratore delegato di Netflix Ted Sarandos, potrebbe diventare la serie non in lingua in inglese più vista di sempre sulla piattaforma e anche la più vista e popolare in assoluto, superando “Bridgerton”.

Gli episodi della prima stagione di “Squid Game” sono 9. Al centro della trama un gruppo di persone invitate a prendere parte ad un mortale gioco di sopravvivenza, che ha in palio 45600000000 ₩, pari a circa 33 milioni di euro. Il successo che ne è scaturito deriva proprio, stando alle dichiarazioni di Dong-hyuk, dal fatto che “il mondo è diventato un posto dove storie di sopravvivenza uniche e violente sono benvenute per i legami con la realtà che viviamo. Questa è una storia di perdenti che si barcamenano nelle battaglie quotidiane e vengono lasciati ai margini mentre i ‘vincenti’ continuano la loro scalata.”.  Il risultato è un thriller distopico e drammatico, che attinge un po’ da “Hunger Games”, un po’ da “Battle Royale”, fino ad Agatha Christie e a “Eyes Wide Shut” di Kubrick. Personaggi intrappolati in una continua lotta,  sperando di sbancare il lunario. E a quale prezzo? La vita.

Voi cosa ne pensate? Avete visto “Squid Game”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.