È stato ufficializzato l’inizio delle riprese della seconda stagione di “Romulus”, la serie Sky prodotta in collaborazione con Cattleya, Groenlandia e ITV Studios. Gli episodi che ci racconteranno la storia sulla nascita di Roma, sospesa tra realtà e leggenda, saranno girati il prossimo maggio.

Un’ambizione importante dietro il progetto, che cade a ridosso della Giornata Mondiale della Terra 2021: avere il minor impatto possibile sull’ambiente in tutte le fasi della produzione, riducendo le emissioni sia dirette che indirette di gas serra. L’obiettivo rientra nel piano di Sky di diventare Net Zero Carbon entro il 2030 ed è fissato sulla base dei protocolli Albert e Zen2030.

Come la prima stagione di “Romulus”, già venduta da ITV Studios in più di 40 territori, le 8 nuove puntate saranno in protolatino e dirette ancora una volta da Matteo RovereMichele Alhaique e Enrico Maria Artale. Alla sceneggiatura Filippo Gravino e Guido Iuculano, affiancati dalle new-entry nella writers’ room Flaminia Gressi e Federico Gnesini.

Di seguito una breve sinossi di “Romulus”:

Uniti come fratelli, Yemos e Wiros hanno fondato la loro città e l’hanno consacrata a Rumia. Roma e i suoi due re diventano presto un simbolo di libertà e accoglienza, ma accendono l’attenzione di un nemico potente: il re dei Sabini.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *