Si intitola “Ligabue – E’ andata così” la prima docu-serie che ripercorre i 30 anni di carriera di uno degli artisti italiani più amati di tutti i tempi: Luciano Ligabue. Attraverso la voce narrante di Stefano Accorsi ed un’attenta regia di Duccio Forzano, “E’ andata così” – che da domani sarà disponibile su RaiPlay – farà rivivere tutti i momenti della carriera del Liga, il suo rapporto con i fan, gli esordi e la consacrazione, ma anche i momenti difficili, di cui ci ha anche parlato oggi in conferenza stampa ammettendo di «aver avuto 3 momenti nella mia vita in cui ho pensato di mollare tutto“.

Si tratta di un biopic diviso in 7 capitoli (ciascuno composto da 3 episodi di circa 15 minuti), nel quale Ligabue rivive le tappe della sua vita, dialogando con Accorsi tra aneddoti, curiosità ed esibizioni esclusive.

Nella narrazione Stefano Accorsi è il fedele complice della rockstar in questa avventura (e con cui l’artista ha ammesso di divertirsi molto!): non mancheranno le testimonianze di tanti amici e colleghi, materiale inedito, immagini di repertorio, testimonianze ed emozioni senza tempo.

«Un entusiasmo crescente ci ha accompagnato in questi mesi, mentre i vari capitoli di “Ligabue – E’ andata così” erano in preparazione» – ha commentato Elena Capparelli, Direttore di RaiPlay e Digital «Un vero regalo, lungo trent’anni, per il nostro pubblico e per i fan di Liga, che ci regala ancora una volta emozioni, musica e parole.».

Ospiti delle prime tre puntate saranno Max Cottafavi, Mauro Coruzzi, Francesco De Gregori, Elisa, Eugenio Finardi, Gino e Michele, Marco Ligabue, Linus, Claudio Maioli, Nicoletta Mantovani, Giovanni Marani, Robby Pellati, Federico Poggipollini, Mel Previte, Camila Raznovich, Massimo Recalcati, Rigo Righetti, Gerry Scotti, Walter Veltroni.

All’interno della serie, le canzoni e la carriera della rockstar si intersecano ai fatti di cronaca e di costume più salienti degli ultimi 30 anni, che non rappresentano solo semplici elementi di un contesto storico, ma sono episodi che hanno avuto un’influenza sulle scelte e sulla vita di Luciano.

Insieme alla musica nella docu-serie si rivivrà anche un altro percorso di Ligabue, quello dedicato ai film e ai libri, per evidenziare lo sguardo intimo e inedito dell’artista, che si racconta dai suoi luoghi d’elezione: il suo studio e il suo paese, Campovolo.

Inoltre il prossimo 16 ottobre, Ligabue presenterà alla Festa del Cinema di Roma il corto di “Sogni di rock’n’roll”, insieme a Fabrizio Moro che lo ha diretto, prodotto da Daimon Film per Imaginaction.

Manca poco, il viaggio nella vita del Liga sta per cominciare!

Carlotta d’Agostino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.