A partire da domani, 1 luglio, sarà possibile vedere su Netflix la nuova serie comedy “Generazione 56k“. Chi è stato un adolescente negli anni ’90 potrà rivedere cosa significava avere 12 anni nel 1998, quando si vivevano le amicizie e i primi amori senza i social. La serie, formata da 8 episodi ed ambientata tra Procida e Napoli, si dipana tra presente e passato grazie a dei flashback che ci riportano nel 1998, quando i protagonisti erano ragazzini.
La storia si apre con Daniel che cerca l’amore tramite social, conosciamo la sua famiglia ed incontriamo i suoi amici d’infanzia, Sandro e Lu’. Sandro è sposato e sta cercando di avere un figlio, mentre Lu’ ha paura delle relazioni e preferisce i rapporti a distanza. Grazie a dei tuffi nel passato vediamo loro adolescenti che cercano di guadagnare dei soldi per comprarsi la Playstation ed il loro primo incontro con Internet, quando il padre di Daniel porta a casa per lavoro un modem 56k.
Nel presente, Daniel incontrerà una ragazza dopo aver organizzato un appuntamento online ma non sarà la ragazza dell’incontro organizzato. Da qui, la ricerca della sua identità e la scoperta inaspettata.
La serie, però, non si concentra solo sulla ricerca dell’amore: i protagonisti cercano loro stessi, devono fare delle scelte, rispettando i loro tempi, per capire chi vogliono essere, anche facendo i conti con il passato.

 

Protagonisti di “Generazione 56k” sono Angelo Spagnoletti nel ruolo di Daniel, Cristina Cappelli in quello di Matilda, Alfredo Cerrone è Daniel adolescente mentre Azzurra Iacone interpreta Matilda adolescente. Del gruppo comico The Jackal, famosissimi per i loro video sul loro canale Youtube, abbiamo Fabio Balsamo che interpreta Sandro (da bambino è interpretato da Egidio Mercurio) e Gianluca Fru nel ruolo di Luca (da bambino Gennaro Filippone). Altri interpreti sono poi Biagio Forestieri nel ruolo del padre di Daniel, Bruno, Claudia Tranchese che interpreta Ines, la prima cotta di Daniel e migliore amica di Matilda, Federica Pirone è Cristina, la moglie di Sandro, Liliana Bottone interpreta Rosa, una conoscenza online di Daniel, Massimiliano Rossi interpreta Aurelio, il capo dei tre amici, Sebastiano Kiniger è Enea, il fidanzato di Matilde e Claudia Napolitano veste i panni di Noemi.
Prodotta da Cattleya, “Generazione 56k” nasce da un’idea di Francesco Ebbasta, autore e regista dei The Jackal. Ebbasta è sceneggiatore insieme a Davide Orsini (anche head writer), Costanza Durante e Laura Grimaldi ed anche il regista delle prime quattro puntate, mentre le ultime quattro sono dirette da Alessio Maria Federici.
Martina Alviani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *