Il mare, l’odore della salsedine, il senso di libertà e di magia delle giornate estive: esce oggi “Sotto il sole di Riccione”, il nuovo film originale Netflix in associazione con Mediaset, prodotto da Lucky Red. Alla sceneggiatura un nome altisonante del panorama cinematografico italiano, ossia quello di Enrico Vanzina. Insieme a lui firmano lo script Caterina Salvadori e Ciro Zecca. Debutto alla regia invece per gli YouNuts, duo composto da Niccolò Celaia e Antonio Usbergo. Un gruppo variegato di persone dietro la macchina da presa, accomunate da un unico obiettivo: dare vita ad una commedia romantica con storie in cui tutti possano rivedersi. Storie che richiamano un po’ quelle rappresentate in “Sapore di mare”, film cult degli anni ’80. Altri tempi, altro luogo, si passa dalla riviera versiliese a quella romagnola, eppure il suo spettro aleggia su tutta la pellicola “Sotto il sole di Riccione”. Così come vi aleggia la figura di Carlo Vanzina, che di “Sapore di mare” è stato il regista.

Durante la conferenza stampa di presentazione che si è svolta lo scorso venerdì 26 giugno, rigorosamente in video call e a cui noi di Spettacolo News abbiamo partecipato, Enrico Vanzina ha commoventemente detto: “Mai nella mia vita avrei pensato di rimettere i piedi nei territori di “Sapore di mare”, perché è qualcosa di molto speciale in parte per il pubblico ma soprattutto per mio fratello Carlo e per me. Io l’ho fatto pensando ogni giorno a Carlo e credo che lui ne sarebbe molto orgoglioso. È un film sincero, semplice e pieno di emozioni.”.

Emozioni trasmesse sulle note delle canzoni di Tommaso Paradiso e dell’intero repertorio dei Thegiornalisti. “Netflix e Lucky Red mi hanno proposto di sviluppare un film partendo dalla canzone di Tommaso Paradiso “Sotto il sole di Riccione”. Ci ho pensato molto e poi ho accettato per due ragioni: primo, credo che questo film senza volerlo sia un omaggio a mio fratello, è la cosa più bella che potevo fare dal punto di vista cinematografico dal momento che non c’è più. Secondo, la forza della musica di “Sapore di mare” era quasi imbattibile, perciò bisognava inventare un film che partisse da una colonna musicale forte e sicuramente la canzone “Sotto il sole di Riccione” e tutta la produzione di Tommaso con i Thegiornalisti è straordinaria. Questo mi ha dato il coraggio di iniziare il progetto. Io penso che l’abbiamo affrontato nella maniera giusta, perché abbiamo cercato di raccontare cos’è l’estate in Italia non solo dal punto di vista generazionale ma anche dal punto di vista sentimentale. Questa è una commedia romantica. Noi volevamo creare una produzione che facesse esclamare “Com’è bella la vita”, perché ti sei commosso, hai sorriso, hai parteggiato per i sentimenti. C’è un meraviglioso mix tra la generazione di “Sapore di mare” e la generazione di oggi” – ha aggiunto Vanzina sempre nel corso della conferenza.

Le vaste spiagge di Riccione, gli aperitivi, le feste con gli amici, l’innamorarsi sotto l’ombrellone. Ma anche cuori spezzati e relazioni che finiscono. Perché l’estate è anche un po’ questo: la stagione dei nuovi inizi e ogni nuovo inizio porta inevitabilmente alla fine di qualcosa. È in questa cornice che si intrecciano le vicende dei protagonisti di “Sotto il sole di Riccione”: c’è il sognatore, Ciro (Cristiano Caccamo), che vuole diventare cantante, ma si ritrova a lavorare come bagnino; c’è quello impacciato ed introverso, Marco (Saul Nanni), che non riesce a dichiarare il suo amore per Guenda (Fotinì Peluso); c’è Vincenzo (Lorenzo Zurzolo), ragazzo non vedente in vacanza con la madre, Irene (Isabella Ferrari), super apprensiva nei confronti del figlio, che però decide finalmente di godersi la sua libertà;

ci sono Camilla (Ludovica Martino) e Giorgio (Sergio Ruggeri), fidanzati da tanto tempo ma con molti problemi nella loro relazione, nella quale subentrerà il cosiddetto terzo incomodo; c’è Furio (Davide Calgaro), simpatico e ossessionato dalle ragazze; c’è Emma (Claudia Tranchese), migliore amica della fidanzata di Ciro e considerata la Bridget Jones italiana. Completano il cast gli attori Luca Ward e Andrea Roncato, rispettivamente nei panni di Lucio e Gualtiero. Insomma, personaggi diversi le cui vite si incontrano, collezionando intensi momenti in quel di Riccione. “Quasi quasi mi perdo e non ci penso più”, per citare una celebre frase di Tommaso Paradiso. E allora perdiamoci insieme a loro. In estate tutto è possibile!

Gerarda Servodidio

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *