Sulla scia del successo di “Quelli della Notte” il 14 dicembre 1987, Renzo Arbore andò in onda su Rai 2 con “Indietro Tutta”, trasmissione anch’essa destinata a entrare negli annali della televisione. Ideata dallo stesso Arbore, scritta assieme aAlfredo Cerruti, Ugo Porcelli, Nino Frassica e Arnaldo Santoro, andò in onda intorno alle 22.30 per un totale di 65 puntate fino all’11 marzo 1998.
Il programma sdoganò tutta una serie di figure destinate a rimanere a lungo nella memoria dei telespettatori: il bravo presentatore interpretato da Nino Frassica, Riccardino ovvero Mario Marenco, le ragazze Coccodè, il professor Pisapia la cui voce apparteneva ad Alfredo Cerruti già componente del gruppo musical-demenziale degli Squallor. Al timone della sgangherata imbarcazione ovviamente Renzo Arbore, attorniato da Miss Nord (Adriana Alves de Oliveira) e Miss Sud (Nina Soldano). A un giovane Francesco Paolantoni il ruolo di Cupido, mentre alla esordiente Maria Grazia Cucinotta quello di guardiana.
 Le brasiliane ragazze Cacao Meravigliao avevano il compito di accompagnare con un balletto il momento dedicato allo sponsor fittizio, creduto autentico dal pubblico al punto da essere richiesto nei negozi. I momenti musicali erano curati dall’orchestra Mamma Li Turchi diretta dal maestro Gianni Mazza. Spettacolo News l’ha incontrato per chiedergli un ricordo di questa storica trasmissione: “‘Quelli della notte’ è stato il seme che ha fatto germogliare ‘Indietro Tutta’, una trasmissione molto intelligente e ironica, ma l’idea era nata da ‘Quelli della Notte’ dove le trovate poi usate per ‘Indietro Tutta’ si trovavano allo stato embrionale. Ci divertivamo molto, penso trasparisse tutto questo divertimento da cui eravamo pervasi. Non avevamo una scaletta, il programma era per buona parte improvvisato, anche Renzo aveva una serie di rubriche fisse intorno alle quali creava il programma al momento. Noi stessi dell’orchestra Mamma Li Turchi eravamo all’oscuro di quello che sarebbe accaduto nel corso della trasmissione. Ci divertivamo molto quando si trattava di indossare i costumi; una volta – mi pare a carnevale – ci vestimmo da donne. Ricordo che eravamo al terzo piano dello Studio 3 a via Teulada, all’esterno c’era una scala con una specie di pianerottolo, dove ci si fermava tutti prima di entrare in studio. Le ragazze Coccodè assieme alle brasiliane del Cacao Meravigliao erano quelle che attiravano maggiormente la nostra attenzione per i motivi che puoi ben immaginare.. Essendo all’oscuro di quello che sarebbe accaduto, ci facevamo piacevolmente distrarre da altro. Poteva capitare che dopo il programma si andasse tutti a cena, a conferma dell’atmosfera goliardica che caratterizzava la trasmissione anche quando la puntata era finita. A ‘Quelli della Notte’ l’orchestra improvvisava praticamente tutto, mentre a ‘Indietro Tutta’ era previsto un minimo di repertorio, di cui erano informati i figuranti del pubblico perché dovevano cantare le canzoni conoscendone le parole. Quelli del pubblico erano selezionati seguendo il criterio dell’eccentricità, dovevano essere giovani e mattacchioni, predisposti allo spettacolo. I costumi se li sceglievano da soli. La puntata in cui venne Massimo Troisi la ricordo molto bene. Non sapevamo che lo avrebbero fatto partecipare al gioco del personaggio misterioso, probabilmente ne erano a conoscenza solo Renzo Arbore e Nino Frassica, forse lo stesso Troisi lo ignorava. L’attore napoletano stette al gioco, sembrava comunque realmente sorpreso nel momento in cui gli attribuirono il nome di Rossano Brazzi. ‘Indietro Tutta’ ha poi lanciato personaggi come il Michele Foresta, il mago Forest che si faceva chiamare Mister Forest e Francesco Paolantoni vestito da angelo sospeso in aria su una specie d’altalena. Per quanto riguarda oggi, ho terminato la mia esperienza a ‘Mezzogiorno in Famiglia’ che nella nuova stagione televisiva non è prevista. Non è detto che torni in televisione, sono abbastanza stanco di vedere sempre le stesse cose. In tv c’è troppa politica e la politica non fa bene alla televisione. Lo stile di Renzo Arbore resta inconfondibile, spero di tornare a lavorare con lui.”.

Enzo Mauri

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *