Il terzo capitolo della trilogia originale di Sky, iniziata con “1992” e proseguita con “1993”, farà fare un salto indietro nel tempo di 25 anni fino, appunto, al “1994”.
La serie televisiva di Sky Original prodotta da Wildside esordirà su Sky Atlantic venerdì 4 ottobre 2019 alle ore 21.15, ma nell’attesa è possibile dare un’occhiata al primo trailer ufficiale.
Anche in “1994” rivedremo i personaggi Leonardo Notte, Pietro Bosco, Veronica Castello e Antonio Di Pietro interpretati rispettivamente da Stefano Accorsi, Guido Caprino, Miriam Leone e Antonio Gerardi.
L’ultimo capitolo della saga affronterà un periodo molto particolare della storia politica del nostro Paese visto attraverso le storie di persone comuni che si intrecciano con quelle dei protagonisti.
Il 1994 segna l’inizio della cosiddetta Seconda Repubblica in seguito alle elezioni politiche del 27 e 28 marzo, le quali hanno portato alla discesa in campo di Silvio Berlusconi. Il Governo dell’Italia, Umberto Bossi e la Lega Nord, Di Pietro e le sue inchieste per corruzione, questi sono alcuni degli avvenimenti che verranno ripercorsi nel terzo capitolo della serie.

All’interno di questo contesto in subbuglio, Leonardo Notte, nell’ombra ma al fianco di Silvio Berlusconi, interpretato da Paolo Pierobon, sa molto bene che salire al potere è difficile, ma riuscire a mantenerlo è un’impresa ancora più complessa. Veronica Castello, invece, dopo aver tentato la via del successo come soubrette, occupa un ruolo di rilievo in Parlamento, dove lotta per raggiungere il potere e l’emancipazione. Pietro Bosco, nella speranza di non ripetere più gli errori del passato, lavora in un ufficio del Viminale, occupazione che dovrebbe fargli dimenticare l’unica donna che egli abbia veramente amato. Dario Scaglia, interpretato da Giovanni Ludeno e Antonio Di Pietro, ormai una coppia non più solo nella vita privata, portano avanti un impegno socio-politico che si dimostra una battaglia impossibile, ossia quella contro la corruzione.

Il trailer:

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *