Diretto dal regista Premio Oscar Paolo Sorrentino, “The New Pope” è il sequel della serie televisiva di successo “The Young Pope” e verrà presentata in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia 2019 con la proiezione degli episodi 2 e 7.
La storia ripartirà con Lenny Belardo, ossia Pio XIII, interpretato da Jude Law, in coma, così il Segretario di Stato, Cardinal Voiello, interpretato invece da Silvio Orlando, decide che deve essere eletto un nuovo pontefice. La scelta ricade su un cardinale inglese un po’ sui generis, il cui ruolo è ricoperto da John Malkowich, e che prenderà il nome di Giovanni Paolo III.

Come anticipa lo stesso regista: “Pio XIII non è morto e potrebbe risvegliarsi”, poi aggiunge scherzando: “Ci sembrava troppo costoso tenere Jude a dormire per tutta la serie”.
Ci saranno dunque due Papi dalle personalità opposte, non in sfida ma in confronto. “Lenny Belardo, Pio XIII ha una visione reazionaria, conservativa, dogmatica. Sembrava, quando è stato scritto da me con Stefano Rulli, Tony Grisoni e Umberto Contarello, un personaggio anacronistico. Ora sembra molto attuale, corrisponde molto all’umore dei tempi, a certe forme di intransigenza che hanno preso molto piede. Il nuovo Papa, John Malkovich, è a favore del compromesso, ferma gli estremismi, vuole che le forme estreme non prendano piede in Vaticano e questo di colpo è diventato un personaggio molto moderno”, racconta sempre Paolo Sorrentino.

Per quanto riguarda la location, nel teatro 5 di Cinecittà è stata ricostruita la Cappella Sistina e non solo, con tanto di Giudizio Universale dipinto e non fotografato, che accoglierà il cast al completo con tanti nuovi personaggi.

“The New Pope”, che andrà in onda in 9 puntate su Sky Atlantic in autunno, è una produzione originale Sky Studios, HBO e Canal +, prodotta da Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside e coprodotta da Haut et Court Tv e The Mediapro Studio.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *