Sarà uno dei nuovi cavalli della scuderia di Sky Italia e racconterà l’antica Roma dal punto di vista delle donne: stiamo parlando della nuova serie originaleDomina” sulla vita di Livia Drusilla interpretata da Kasia Smutniak.
Il primo ciak è stato battuto e le riprese sono ora in corso nella capitale per raccontare la città, i suoi intrighi, tradimenti e giochi di potere durante il periodo che l’ha resa una potenza grandiosa, ma che nasconde un lato oscuro.
Protagonista di “Domina” sarà Kasia Smutniak, nei panni di una delle donne più potenti del tempo, Livia Drusilla. Dopo l’assassinio di Giulio Cesare, la serie racconta la sua ascesa a imperatrice di Roma e il suo desiderio di vendicare il padre e di garantire il potere ai suoi figli. Oltre a lei, ci saranno altre donne che lotteranno per vivere e farsi strada in una società pericolosa e brutale, fatta di delitti, crimini, strategie e cospirazioni.
Kasia Smutniak si è detta felice ed emozionata nell’interpretare un personaggio così complesso: “Una figura quasi invincibile, temuta e adorata allo stesso tempo, la prima a difendere i diritti delle donne, Una donna talmente forte da aver segnato le sorti dell’Impero Romano.“.
Il cast di “Domina” contiene nomi internazionali come Liam Cunningham, che interpreterà Livio, il padre di Livia, Matthew McNulty, nel ruolo del futuro imperatore Gaio, Christine Bottomley, nei panni di Scribonia, Colette Tchantcho, nel ruolo di Antigone, e Ben Batt, come Agrippa. Ci saranno poi anche Enzo Cilenti, che interpreterà Tiberio Nero, Claire Forlani, che rivestirà i panni di Ottavia, e Isabella Rossellini, come Balbina.
La serie è stata ideata e scritta da Simon Burke, prodotta da Fifty Fathoms (Fortitude) e Sky Studios, con la partecipazione di Cattleya e sarà composta da 10 episodi che verranno distribuiti a livello internazionale da NBCUniversal Global Distribution. “Domina”, diretta tra gli altri da Claire McCarthy, sarà disponibile in esclusiva su Sky in Italia, nel Regno Unito, in Germania e in Spagna.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *