Luca Zingaretti ha festeggiato proprio ieri i suoi 57 anni! Nato a Roma l’11 novembre del 1961, dopo essersi iscritto alla facoltà di psicologia, Luca si appassiona alla recitazione e viene ammesso, per caso, all’Accademia Nazionale drammatica “Silvio d’Amico”, dove aveva accompagnato un amico per un provino. Lascia quindi l’università per intraprendere la carriera d’attore e si diploma all’accademia nel 1984. Debutta nel mondo del cinema nel 1987, con “Gli occhiali d’oro”, di Giuliano Montaldo e, dopo aver partecipato in produzioni cinematografiche e televisive, sfonda gli schermi e diventa noto grazie alla celebre serie “Il Commissario Montabano“, fiction tratta dai romanzi di Andrea Camilleri, prodotta da Palomar per Rai Fiction. La serie è stata trasmessa dalla Rai, per la prima volta nel 1999, a gruppi di 2 o 4 film e, per rallegrare gli animi degli spettatori sempre in attesa di nuovi episodi, sono andate in onda numerose repliche, sempre ottenendo lo stesso successo.
Nel 2019 sono previsti due nuovi episodi e il pubblico già freme: il primo sarà tratto dal romanzo “L’altro Capo del Telefono”, il seondo dalla raccolta “Un mese con Montalbano” dal titolo “Un diario del ‘43”. Non vogliamo svelarvi altro sul futuro del Commissario, quindi, in attesa di vedere i nuovi episodi, torniamo a Luca Zingaretti, che oggi compie 57 anni.
E’ tornato alla regia e, per la prima volta, vedremo sotto la sua direzione l’attuale moglie Luisa Ranieri, attrice protagonista di “The deep blue sea”, capolavoro di Terence Rattigan, drammaturgo inglese del XX secolo, in cui tutto ruota attorno alla passione sfrenata della protagonista Hester Collyer Page. Una pièce teatrale sulla passione, l’innamoramento, il travolgimento e le emozioni, ambientata nell’Inghilterra degli anni ’50, che porta a chiederci fino a che punto sono disposti ad arrivare, un uomo e una donna, per inseguire il proprio oggetto del desiderio. Cosa sono disposti a sacrificare per esso? Come può l’amore rendere folli al punto da sconvolgere, non solo il cuore, ma anche la mente, arrivando ad annullare se stessi? L’attrice napoletana lo ha definito “Un lavoro scritto nel ’52, ma di una modernità totale” e, descrivendo la preparazione dello spettacolo confessa che “Lavorare con Luca è stata un’avventura bellissima, che mi ha fatto scoprire anche tanti suoi nuovi aspetti”.
In scena dal prossimo 18 ottobre, con debutto al Teatro Rossini di Pesaro, è ora in scena al Teatro della Pergola di Firenze fino al 9 novembre.

Prossime tappe:

  • Roma ( Teatro Argentina 20/11 – 02/12)
  • Thiene (Teatro Comunale 04/12 – 06/12)
  • Carpi (07/12 – 09/12)
  • Mestre (Teatro Toniolo 12/12 – 16/12)
  • Udine (Teatro Nuovo Giovanni da Udine 18/12 – 20/12)
  • Padova (Teatro Verdi 09/01 – 13/01)
  • Foggia (Teatro Umberto Giordano 16/01 – 17/01)
  • Barletta ( Teatro Curci 18/01 – 20/01)
  • Vigevano (Teatro Cagnoni 23/01 – 24/01)
  • Pavia ( Teatro Fraschini 25/01 – 27/01)
  • Siena (Teatro dei Rinnovati 29/01 – 31/01)
  • Lucca (Teatro del Giglio 01/02 – 03/02)
  • Cagliari (Teatro Massimo 06/02 – 10/02)

Per maggiori informazioni potete consultare il sito internet dei singoli teatri. E allora buon compleanno al nostro non solo Commissario, Luca Zingaretti, goditelo con la famiglia e poi torna a farci sognare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.