È iniziato ieri sera il nuovo ciclo di fiction targate Taodue, con nome Liberi Sognatori. Quattro appuntamenti distinti per narrare vicende italiane legate ad alcune persone che sono passate alla storia: Libero Grassi, Mario Francese, Emanuela Loi, Renata Fonte. Si parte con la vicenda di Libero Grassi, simbolo siciliano della lotta alla mafia, che perseguiva l’obiettivo comune di non piegarsi alla prepotenza delle cosche. Uomo diventato eroe riconosciuto trasversalmente dopo la sua tragica morte, ma che combatté un’eroica guerra già in vita. Il suo impegno portò al varo della legge anti-racket 172, con l’istituzione di un fondo di solidarietà per le vittime di estorsione.
Libero Grassi (interpretato da Giorgio Tirabassi) è un imprenditore palermitano a cui il clan mafioso Madonia inizia a chiedere il pizzo. Libero si rifiuta e, a fronte di minacce e atti violenti, denuncia i fatti ai giornali e viene addirittura invitato alla televisione nazionale per testimoniare la sua resistenza alle minacce mafiose. Ma la società civile siciliana lo isola e i mafiosi decidono di ucciderlo nel 1991 come monito a chi osa sfidare il loro potere. La conclusione è sembrata amara e disillusa ma Graziano Diana, autore e regista del film, ne ha parlato in tutt’altri toni, spiegando come mai la produzione non abbia voluto terminare in modo deludente o cupo: “Nonostante la vicenda teoricamente si è conclusa con la morte di Libero, noi abbiamo deciso di esplicitare anche nel finale la nota positiva che alla fine pervade tutta la narrazione. La storia di Grassi parla di lotta, certo, ma soprattutto di grande speranza perché il suo era un impegno finalizzato a qualcosa, con un obiettivo. Lui, davvero, era un libero sognatore, di nome e di fatto.”.
Nel cast attoriale di “A testa alta – Libero Grassi” troviamo anche altri interpreti di rilievo, fra cui Michela Cescon, Diane Fleri, Valentina D’Agostino, Carlo Calderone e molti altri.
A seguire avrete modo di vedere alcune foto ufficiali tratte proprio dalla fiction Mediaset.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *