Dichiarazione fraudolenta mediante artifici” questa è l’insinuazione mossa dalla procura di Roma proprio ieri all’attore di “Squadra Anti-MafiaRaoul Bova.
Bova è stato infatti condannato ad un anno e sei mesi di carcere presso il tribunale della capitale con l’accusa di aver spostato ingenti somme di denaro all’agenzia che si occupava di curare la sua immagine pubblica, attraverso un escamotage finanziario che l’avrebbe portato alla denuncia di evasione fiscale per un ammontare di ben 700mila euro di sgravi fiscali tra il 2005 e il 2011.
L’accusa inflitta prevedeva inizialmente un anno ed aveva coinvolto nel mirino degli indagati anche la sorella stessa dell’attore Daniela Bova e l’ex moglie Chiara Giordano, ma il giudice ha volutamente aggravato la sentenza aggiungendo sei mesi con pena sospesa ed il rischio per Raoul Bova di dover restituire quanto evaso al fisco. A difenderlo nel frattempo ci penserà l’avvocato Giulia Bongiorno.
Vi terremo aggiornati su questa situazione non proprio rose e fiori per il bell’attore!

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *