Se diciamo Moulin Rouge a molti verrà in mente una scena amatissima dell’omonimo film del 2001 diretto da Baz Luhrmann, con protagonista la splendida Nicole Kidman, ma in realtà il teatro di cabaret di Parigi ha tantissimo da raccontare che va ben oltre la romantica storia d’amore.

Moulin Rouge oggi: il tempio del Cancan e del Cabaret
Oggi prenotare uno spettacolo al Moulin Rouge permette di rivivere l’antico splendore del simbolo della Belle Époque: simbolo del ballo del Cancan, una danza femminile che ha fatto battere il cuore di tutti quelli che osservavano le sensuali ballerine, ma anche del cabaret, infatti è stato spesso dipinto da artisti come Toulouse-Lautrec che ne hanno saputo cogliere il fascino.
Dopo oltre 130 anni dall’inaugurazione, oggi continua ad avere fascino e ad attirare turisti da tutto il
mondo, che prenotano ticket e acquistano biglietti per potersi lasciare incantare da esibizioni musicali e
coreografie. Costumi sgargianti, scenografie e ovviamente bicchieri di champagne con cui accompagnare la serata. Gli spettacoli hanno la durata di 1 ora e 50: quando vanno in scena sono previsti due turni, il primo alle 21.00 e il secondo alle 23.00.

Il Moulin Rouge del passato: la storia di un’icona parigina
Il Moulin Rouge, un’icona vivente della vibrante cultura parigina, ha una storia ricca di fascino, intrighi e spettacoli scintillanti. Sorge nel quartiere di Pigalle, nel cuore di Montmartre e ha lasciato un’impronta indelebile nella storia dell’intrattenimento notturno.
Fu inaugurato il 6 ottobre 1889 da Joseph Oller, un imprenditore visionario e Charles Zidler, un direttore artistico appassionato. L’edificio stesso è caratterizzato da un’iconica facciata rossa ornata da un grande mulino a vento, da cui il nome, che significa “Mulino Rosso” in francese. La scelta del colore fu audace e distintiva, diventando uno dei simboli più riconoscibili del locale.

Fin dall’inizio, ha cercato di rompere gli schemi tradizionali dell’intrattenimento. Il suo spettacolo inaugurale presentava ballerine provocanti e canzoni audaci, sfidando le norme sociali dell’epoca ma la vera rivoluzione arrivò nel 1890 con la rappresentazione sul palco del French Cancan, una danza energica e audace che divenne presto il marchio di fabbrica del cabaret.
Il successo del Moulin Rouge fu istantaneo, attirando un pubblico eterogeneo composto da artisti, scrittori, aristocratici e cittadini comuni. Personalità celebri come Toulouse-Lautrec, un pittore postimpressionista, divennero frequentatori abituali del locale. L’autorevole presenza di Lautrec contribuì a immortalare il Moulin Rouge attraverso le sue affascinanti illustrazioni, diventando parte integrante della sua leggenda.
Nel corso degli anni, subì alti e bassi, affrontando sfide economiche e sociali. Durante la Prima Guerra
Mondiale, il cabaret perse parte del suo splendore, ma riacquistò slancio negli anni ‘20 con una rinascita della scena artistica parigina. Nel corso del XX secolo, ha continuato a evolversi, mantenendo la sua aura di eleganza e trasgressione.
Oltre al suo contributo all’intrattenimento, il Moulin Rouge ha attraversato periodi difficili, inclusi incendi devastanti. Il più noto di essi si verificò nel 1915, ma il cabaret fu rapidamente ricostruito, mantenendo intatto il suo spirito indomito.

Lo spettacolo del Moulin Rouge oggi: cosa sapere
Ogni sera dell’anno, alle 21.00 e alle 23.00, va in scena lo spettacolo al Moulin Rouge. Un’occasione
straordinaria che coinvolge uno staff numerosissimo: si contano quasi un centinaio di ballerini che intrattengono gli ospiti tra tantissimi balletti, in cui non manca mai l’iconico cancan.
Se si desidera partecipare è bene sapere che la location richiede un dress code formale: non è obbligatorio indossare giacca e cravatta, ma è comunque importante presentarsi abbigliati in modo adeguato al contesto… è pur sempre un teatro!

Nonostante molti pensino, erroneamente, che si tratti di una soluzione adults only, in realtà permette
l’ingresso dei bambini dai 6 anni in su se accompagnati: anche i più piccoli potranno quindi lasciarsi
coinvolgere da balletti, musica e cabaret condividendo questo momento con i propri genitori.

C’è una regola importante, però, da conoscere: fotocamere e videocamere sono assolutamente vietate, qualora si desiderasse una foto ricordo ci sono professionisti nello staff che si offriranno a pagamento di scattarle per voi.

Non solo spettacoli: si può anche cenare
Oltre alla possibilità di godersi uno degli spettacoli in scena tutto l’anno, si può anche vivere un’esperienza a 360 gradi prenotando una cena. Il prezzo del biglietto combinato è più alto ma perché non concedersi un momento speciale e assolutamente memorabile almeno una volta nella vita?
Attenzione: la location non è così intima e romantica però: il ristorante offre tavoli condivisi, non è quindi la soluzione per due ideale per fare una proposta importante… per quella si può valutare una più classica cornice attorno alla Torre Eiffel.

Alla scoperta del quartiere Pigalle
Il quartiere Pigalle a Parigi è famoso per la sua vivace atmosfera bohémienne e la sua storia ricca di
contrasti. Al centro di questo quartiere si erge il celebre Moulin Rouge, un’icona della cultura parigina e
luogo simbolo della vita notturna della città.
La zona ha una lunga tradizione legata all’arte, alla musica e al divertimento. Nel XIX secolo, divenne il rifugio di artisti, scrittori e bohémien parigini, creando una scena culturale effervescente. Oggi, conserva ancora quell’atmosfera pittoresca, con i suoi caffè, gallerie d’arte e negozi caratteristici.
Nel cuore di Pigalle, il Moulin Rouge si erge con la sua iconica facciata rossa decorata con mulini a vento.
Questo cabaret, aperto nel 1889, ha visto passare attraverso le sue porte molte generazioni di spettatori e
artisti. La sua atmosfera sfarzosa, gli spettacoli di cancan e la sua storia leggendaria hanno reso il teatro un simbolo dell’eccentricità parigina.
Oltre alla sua fama legata allo spettacolo e all’arte, è noto anche per la sua vita notturna animata. I locali
notturni, i bar e i cabaret si susseguono lungo le strade, offrendo intrattenimento per tutti i gusti. Pigalle è un luogo di incontro per artisti emergenti, amanti della musica e della danza, nonché per chi cerca una
serata divertente e indimenticabile.
È bene sapere che si tratta anche di un quartiere in costante evoluzione, con una mescolanza di tradizione e modernità: mentre il Moulin Rouge rimane un faro di cultura e spettacolo, Pigalle continua a trasformarsi, accogliendo nuovi talenti e influenze contemporanee.

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *