Chi va a teatro a capodanno, va a teatro tutto l’anno! Forse il detto non diceva proprio così, ma per gli amanti del palcoscenico, anche solo da spettatori, sarebbe una vera e propria benedizione. Per coloro che fuggono il gran brulicare di persone che anima le città d’arte durante il periodo natalizio, il freddo sferzante della notte del 31 dicembre, cercare rifugio in galleria o in platea può essere un modo come un altro per non buscarsi un raffreddore. Ma il teatro non è un semplice rimedio alle ormai rigide temperature invernali delle città d’Italia: il teatro suscita emozioni e scalda l’anima. Per questo abbiamo il piacere di suggerirvi i nomi dei grandi artisti che andranno in scena dal tramonto del 2017 fino all’alba del 2018.
A Roma immancabilmente Gigi Proietti delizierà con i suoi “Cavalli di battaglia”, mentre Rocco Papaleo performerà con lo spettacolo “A ruota libera“. A Milano il palinsesto è partenopeo con “Italiano di Napoli” di Sal Da Vinci e “La Festa esagerata” di Vincenzo Salemme. Nella città dei Medici Monica Guerritore inscena “Mariti e mogli”, di Woody Allen, mentre a Genova, invece, Juriij Ferrini si cimenterà in un classico della commedia dell’arte, “Le baruffe chiazzotte” del veneziano Carlo Goldoni.
La capitale non poteva limitarsi nell’offerta: per chi non sa dimenticare le questioni sociali neanche a capodanno, ci sarà “Ragazzi di vita” del grande Pierpaolo Pasolini diretto da Massimo Popolizio; Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi saranno i protagonisti di “Bukurosh mio nipote” di Gianni Clementi; in “Scegli una carta” sarà Maurizio Battista il personaggio principale, in compagni a del mago Silvan. “Di’ che ti manda Picone…fu Pasquale” sarà poi lo spettacolo rappresentato a Napoli da Biagio Izzo e Rocio Munioz Morales e nel capoluogo campano andrà in scena anche Nino D’Angelo ne “L’ultimo scugnizzo” di Raffaele Viviani.
E dopo essersi goduti una meravigliosa performance artistica, bisognerà bere un po’ di bollicine per salutare il nuovo anno in arrivo, almeno per rispetto delle sacre tradizioni!

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *