Lucio Battisti è stato ed è fonte di ispirazione per molti artisti e tra questi ce n’è uno giovanissimo, uno dei nostri giorni che ha scelto di rendere omaggio al grande cantautore: stiamo parlando di Niccolò Moriconi, in arte Ultimo. L’interprete romano, uno dei più apprezzati della scena musicale nel nostro Paese, celebra il compianto genio di Poggio Bustone con la cover di uno dei suoi brani più noti, “I giardini di marzo”. Scritto da Mogol e pubblicato nel 1972, il singolo è legato ai ricordi d’infanzia di Lucio Battisti, quelli del dopoguerra, vissuti tra povertà e difficoltà familiari ed esistenziali. “Il carretto passava e l’uomo gridava gelati” sono parole, immagini rimaste ben impresse nella mente di tutti noi. Ultimo spiega così il perché del suo gesto: “Non sono solito fare cover. Un anno fa però, ai Capitol Records di Los Angeles, decisi di registrare uno dei brani più belli della musica italiana: I giardini di marzo, di Lucio Battisti. Da quel giorno sono cambiate tante cose e quell’esecuzione improvvisata piano e voce potete sentirla da adesso, in esclusiva solo su Amazon Music. È semplicemente un omaggio. Il mio modo per dire grazie ad un artista immenso per quello che mi ha lasciato dentro.”.

Allora lasciamoci cullare dalle note di Ultimo e corriamo ancora una volta sulle colline e praterie tanto amate da Battisti.
Per ascoltare la cover basta cliccare QUI.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *