Junior Cally sarà uno dei partecipanti della 70esima edizione del Festival di Sanremo 2020, in gara con il brano “No grazie”. Si tratta di un rap esplosivo: rime taglienti e ironiche che fotografano l’Italia del 2020 tra odio, populismo e l’ipocrisia del politicamente corretto.
Cresciuto nella periferia romana, esordisce nel 2017 celando la sua identità con una suggestiva maschera antigas e pubblicando hit come “Bulldozer“. Nel 2018 esce il suo primo album ufficiale intitolato “Ci entro dentro”, un disco attesissimo dopo i traguardi raggiunti in un solo anno e in totale indipendenza con oltre 40 milioni di stream solo su You Tube, migliaia di follower su Instagram e il singolo “Magicabula” certificato Disco d’Oro digitale.
Il rapper romano, in pochissimi anni ha conquistato la vetta della classifica FIMI dei dischi più venduti con il suo ultimo album “Ricercato”, prodotto da Epic/Sony Music e ha totalizzato milioni di stream su Spotify sfiorando quota 100 milioni in meno di 3 anni. L’artista segue poi un anno di grandi cambiamenti e decide di svelare il mistero della sua identità attraverso il video di “Tutti con me”, primo singolo estratto dal nuovo lavoro discografico che debutta direttamente al numero 1 della classifica FIMI dei dischi più venduti.

“Ricercato” è composto da 12 brani dove Junior Cally si racconta: partito dalla periferia romana, con un passato difficile alle spalle, grazie alla musica è riuscito a trasformare la sua vita e quella della sua famiglia. Tra i featuring dell’album troviamo collaborazioni con Highsnob, Livio Cori, Il Tre, Samurai Jay, Jake La Furia, Giaime, Clementino, Federica Napoli ed Eddy Veerus. Tra i produttori, oltre a Jeremy Buxton che affianca l’artista fin dai suoi esordi, vanta la collaborazione con alcuni dei nomi più influenti della scena urban: 2nd Roof (Guè Pequeno, Maruego), Bosca (Fabri Fibra, Ghemon, Dargen D’amico) e Andry The Hitmaker (Sfera Ebbasta, Capo Plaza).

Non solo musica: Junior Cally ha debuttato anche in libreria con il libro: “Il principe – è meglio essere temuto che amato”, la sua autobiografia edita da Rizzoli. Un viaggio onirico, dolce e agghiacciante, nel quale due voci si alternano (quella di Antonio e della maschera Junior Cally), si combattono, si fondono e ogni cosa conosce il suo contrario. Un viaggio per parole, illustrazioni e musica, nell’immaginario umano e artistico di un ragazzo che aveva solo la polvere ed è andato a prendersi il cielo.

Junior Cally quest’anno, dopo il Festival di Sanremo 2020, si esibirà a Milano e Roma con due appuntamenti speciali: il 17 aprile al Largo Venue di Roma e il 24 aprile all’Alcatraz di Milano ed i biglietti sono già disponibili sul sito TicketOne.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *