Riavvolgiamo il nastro di qualche mese e arriviamo a dicembre 2019, per l’esattezza alla finale dell’ultima edizione di “X Factor”, dove a trionfare è stata la marchigiana Sofia Tornambene. Giovane, giovanissima, ha solo 17 anni, è riuscita ad incantare il pubblico in studio e a casa con l’inedito “A domani per sempre”. Un brano scritto quando aveva 14 anni, ma il suo percorso nel mondo della musica inizia ancora prima. Il papà, infatti, è un musicista jazz e le ha trasmesso questa grande passione, portandola ad esibirsi insieme a lui sin da piccola.

Ora Sofia Tornambene è pronta a camminare sulle sue gambe. “A domani per sempre” le ha consentito di vincere la 13esima edizione del famoso talent di Sky Uno e la canzone ha già superato i 7 milioni di stream. Lo scorso 24 aprile è uscito il nuovo singolo intitolato “Ruota Panoramica”.
Come ci ha raccontato nell’intervista, entrambi i pezzi hanno una forte componente sognatrice, in cui l’artista si rispecchia molto. Perché lei sogna, ma sa perfettamente quali sono i suoi obiettivi e come concretizzarli una volta conclusa l’emergenza Coronavirus. Leggetelo voi stessi nelle parole di questa ragazza col caschetto e dal viso pulito.

Lo scorso dicembre hai partecipato alla 13esima edizione di “X Factor”, aggiudicandoti la vittoria. Come descriveresti l’intero percorso? Cosa ti ha insegnato questa esperienza e le persone che ne hanno fatto parte?
Ho partecipato ad “X Factor” senza alcuna aspettativa. Mi sono iscritta semplicemente per mostrare agli altri la mia passione per la musica, cercare di emozionarli e farli immedesimare in quello che faccio. È stata un’esperienza che mi ha dato moltissimo. Mi ha fatto crescere dal punto di vista artistico, aiutandomi a prendere consapevolezza di potenzialità che non pensavo di avere, ma anche dal punto di vista personale, dovendo vivere lontano da casa con persone che non conoscevo e rispettare orari e impegni ben precisi. È stata tosta, ma l’ho vissuta molto serenamente perché stavo facendo ciò che più amo. Voglio ringraziare tutti coloro che lavorano ad “X Factor”, dai professionisti dietro le quinte ai concorrenti. Sono stata super bene e di questo sono grata. Anche con il mio coach, Sfera Ebbasta, mi sono trovata benissimo. Lì dentro il nostro è diventato un rapporto fraterno, di fiducia reciproca. Lui mi ha guidato nel mio percorso senza mettermi fretta, dato che ho un carattere abbastanza particolare. Mi ha delineato la strada e insieme siamo riusciti ad arrivare in finale e a vincere. In questi giorni ci siamo sentiti sui social. Mi ha fatto l’in bocca al lupo per la mia carriera. Ho trovato davvero una persona speciale.

Il singolo “Ruota Panoramica” è fresco di uscita. Ci racconti il significato di questa dolce e ipnotica melodia?
Il tema principale della canzone è quello della spensieratezza. Credo si addica perfettamente con il periodo che stiamo vivendo. Possiamo rispecchiarci nel ritornello “Sono sola in una giungla con il tempo che non passa”. Siamo rinchiusi nelle nostre case, distanti gli uni dagli altri. Abbiamo bisogno di qualcosa che ci faccia uscire anche solamente con l’immaginazione. Ed ecco la metafora della ruota panoramica che ci porta ovunque vogliamo, nonostante tutto, perché con la mente possiamo fuggire dalla routine.

Alla sua stesura ha contribuito Michele Canova.  Com’è stato lavorare con un produttore di questo calibro?
Per me è stato davvero un onore. Quando sono andata in studio ero super emozionata, avevo il cuore in gola all’idea che prima di me ci fossero stati i più grandi artisti, da Jovanotti a Tiziano Ferro. “Ruota Panoramica” è uscita nella prima sessione e dovevamo ancora conoscerci. Avevo molta ansia da prestazione e invece è venuto fuori un pezzo di cui sono molta entusiasta. Mi hanno detto di sperimentare nuovi generi. Infatti “Ruota Panoramica” è un po’ diversa da “A domani per sempre”. Dal punto di vista testuale mi rispecchio comunque in entrambe, perché entrambe hanno un significato profondo.

In cosa differiscono i brani del primo album “Narciso” da quest’ultimi?
Diciamo che dal punto di vista testuale tutti i brani sono profondi, sognanti, pieni di immaginazione e di speranza. Mi rappresentano tutti moltissimo. Musicalmente parlando gli ultimi sono brani più ritmati, ma credo che un artista debba spaziare, mostrare diverse sfaccettature.

Sei cresciuta a pane e musica possiamo dire. Un mondo senza musica è… continua la frase!
Per me un mondo senza musica non esisterebbe. In questa quarantena mi sono completamente immersa nella musica. Ho creato una sorta di mini-studio nella mia stanza con pianoforte, chitarra e microfono. Passo tutto il giorno qui a cantare e a scrivere testi.

Quali sono gli artisti a cui Sofia Tornambene si ispira? E quelli con cui sogni di collaborare?
Una delle artiste a cui mi ispiro maggiormente è sicuramente Billie Eilish. È una mia coetanea, ha un anno più di me ed è riuscita ad avere un successo pazzesco. La stimo tantissimo per il suo percorso nonostante la giovane età. Quindi per me è proprio un idolo da seguire. Mi ispiro anche ad Elisa o a Marco Mengoni e mi piacerebbe molto lavorare con entrambi.

Come stai vivendo la quarantena? Ha interferito sui tuoi progetti?
La quarantena non è la cosa più bella che mi sia capitata (ride ndr). Posso dire di averne fatte due, una ad “X Factor” e un’altra adesso. Appena uscita dal talent avevo voglia di cominciare la mia carriera artistica, andare a Milano e fare le sessioni. Invece mi sono ritrovata rinchiusa qui. Però ho trovato il lato positivo: ho molto tempo per scrivere, ho ripreso a suonare la chitarra, posso stare con la mia famiglia, posso sentire i miei amici in videochiamata e fare sport.

Nell’inedito “A domani per sempre” canti “So che il giorno migliore è quello che vivrò”. Cosa ti aspetti dal futuro?
Non appena sarà possibile spero di riuscire a cantare i miei brani dal vivo, di sentire di nuovo il calore dei miei fan e intonare le mie canzoni insieme a loro.

Gerarda Servodidio

Ed ecco l’ipnotica voce di Sofia Tornambene in “Ruota Panoramica”:

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *