Porta la firma del grande produttore Steve Jordan il nuovo album di inediti di Roberta Finocchiaro intitolato “Save lives with the rhythm”. L’artista siciliana racconta così il disco: “Quando ho iniziato a scrivere questo nuovo album non avrei mai immaginato dove lo avrei suonato e registrato e quali musicisti avrebbero dato vita alla mia musica. In questo disco mi spoglio completamente, trovo il coraggio di raccontare le mie emozioni più profonde con parole semplici e sincere. Mi sono lasciata ispirare dagli odori, dalle immagini, dai ricordi vissuti. Ho vestito le mie poesie con la musica e le ho trasformate in canzoni. Ho suonato riff di chitarra che contenevano già dentro tutte le parole. Guardo al futuro costruendo sempre di più la mia personalità musicale, unendo due elementi fondamentali per la mia musica: ossia la vita e il Groove.”.

“Save lives with the rhythm” è stato registrato al Brooklyn Recording (NY) e missato al Germano Studios di Broadway (NY), mentre i musicisti che ne hanno fatto parte sono Sean Hurley (basso), Clifford Carter (tastiere), Dave O’Donnell (ingegnere del suono), Eddie Allen (tromba), Patience Higgins (sax), Clifton Anderson (trombone), Gino Finocchiaro (fisarmonica) e Olen Cesari (violino).

Non è la prima volta che Roberta Finocchiaro si trova a lavorare in un contesto internazionale. Dopo la pubblicazione del primo album “Foglie di carta” e il conseguente mini tour “Foglie di carta live”, sale sul palco del Light Of Day (Italia) suonando con alcuni dei musicisti di Bruce Springsteen.
Registra il suo secondo album, “Something True”, negli studi della storica famiglia di Sam PhillipsMemphis (Tennessee). Qui può vantare della collaborazione di importanti musicisti americani come Stephen Chopek e David LaBruyere. Si sposta poi più a nord del continente a stelle e strisce per esibirsi ad Asbury Park, New Jersey, in occasione del Light Of Day.

“Save lives with the rhythm” è ora disponibile per l’acquisto QUI, mentre il video del primo singolo estratto “Future” potete vederlo a seguire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *