Scritto, composto e interpretato da Brunori Sas, “Un errore di distrazione” è il suo nuovo singolo prodotto da Island Records che da pochi giorni è disponibile su tutte le piattaforme digitali e di streaming.
Il brano è contenuto nella colonna sonora del filmL’Ospite” diretto da Duccio Chiarini e recentemente è stato candidato ai David di Donatello 2020 nella categoria di Miglior canzone originale.
Proprio riguardo al film il cantautore ha affermato: “Quello che mi affascina dei film è l’uso sapiente della musica, quando questa viene contestualizzata e diventa funzionale all’azione. In questo senso, mi piace che la musica sia al servizio di quello che si sta vedendo sullo schermo. Quello che abbiamo cercato di fare con Duccio Chiarini è stato proprio questo: creare uno scambio reale, bidirezionale tra la sua sceneggiatura e la mia composizione del testo e della musica.”.
Il testo di “Un errore di distrazione” descrive con grande tatto e delicatezza la fine di un amore, evento che viene accarezzato, quasi sussurrato, quando nella realtà è devastante e non facile da accettare. La scrittura di Brunori Sas descrive la situazione attraverso un susseguirsi di momenti intensi e di dettagli della vita quotidiana delle persone, in un modo che coinvolge e cattura gli ascoltatori.
Ecco un estratto dal brano: “Un giorno capirai che non c’era niente da cambiare / non c’era niente da rifare / bastava solo aver pazienza e aspettare che le cose, che ogni cosa, si aggiustasse da sé. Quel giorno capirai che la passione ha una scadenza, che è soltanto una scemenza cercare il cielo in una stanza / ma ti piacciono le favole / è più forte di te.”.
Brunori Sas è reduce dal successo dell’uscita del suo nuovo albumCip!”, che si è fin da subito posizionato al primo posto nella classifica FIMI//Gfk dei dischi e dei vinili più venduti, dove è rimasto per ben due settimane di fila.
“Cip!” verrà presentato dall’artista durante un tour di 10 tappe prodotto da Vivo Concerti che, a partire da sabato 21 marzo 2020, girerà i più importanti palazzetti italiani.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *