Uscirà domani 25 settembre “1969 – Achille Idol Rebirth” di Achille Lauro, in formato CD e su tutte le piattaforme digitali. Lauro torna al suo passato per completare il lavoro che gli ha già garantito il Disco d’Oro, cioè l’album “1969“. Si tratta della rivisitazione dell’album che ha portato a conoscenza del grande pubblico il più estroverso e discusso artista italiano. Dalla sua prima pubblicazione dello scorso anno il successo di Achille Lauro è stato inarrestabile: 405 milioni di streams per i suoi brani, 90 milioni di views totali su YouTube, più di 35.000 copie vendute per gli album. Alla vigilia dell’uscita di “1969 – Achille Idol Rebirth” è ancora forte il successo di “1990“, il side project omaggio ai favolosi Nineties uscito il 24 luglio scorso per Elektra Records/Warner Music Italy, di cui l’artista è Chief Creative.
All’interno dell’opera musicale sono stati inclusi brani di successo come “Me ne frego” – brano che ha consacrato definitivamente il successo dell’artista grazie alle sue live performance Glamour uniche al Festival di Sanremo – ma anche “16 marzo“, “Bam Bam Twist” e “Maledetto lunedì“. “1969 – Achille Idol Rebirth” contiene inoltre una riedizione dell’immortale “C’est La Vie”,magistralmente reinterpretata dalla regina del cantautorato italiano Fiorella Mannoia e la sconvolgente Maleducata, soundtrack ufficiale della famosa serie Netflix “Baby 3“, trasmessa in 190 Paesi del mondo.

Ph: Luca D’Amelio

Rinasce quindi “Achille Idol”, l’alter ego dell’artista sicuramente più discusso degli ultimi tempi.

Questa sera Achille Lauro sarà ospite al Matera Art International Film Festival: alle ore 20.30, nella corte dell’ex-ospedale di San Rocco in piazza San Giovanni a Matera, ritirerà il premio MatIFF riservato ai giovani produttori cinematografici, per il cortometraggio “Terrurismo” di Vito Cea e Roberto Moliterni, prodotto proprio da Lauro (anche presente nel film in un cameo insieme ad Andrisani, che ne è il protagonista).

Sabato 26 settembre Achille Lauro sarà invece protagonista del MediTa Festival di Taranto, dove riproporrà i suoi più grandi successi accompagnato dall’Orchestra Ico Magna Grecia, che comprende circa 40 elementi ed è diretta dal Maestro Piero Romano.

Il mio tempo è compiuto.
Quello che sono stato non sarò più.
Quello che ero morirà con me.
Ho vissuto chiedendo aiuto attraverso le mie preghiere.
Le mie preghiere sono diventate poesie.
Le mie poesie sono diventate opere che inneggiano all’essere liberi.
Non è più tempo di sopravvivere come una volta.
È tempo di morire ora per rinascere in una nuova identità.
Il mio alter ego o il mio vero Io.
Il mio peggior nemico.
Il mio miglior amico.
Colui che già una volta mi ha chiesto aiuto.
Colui nel quale invece ho trovato la mia salvezza.
Oggi rinasce con me.
Gli ho fatto una croce in fronte perché dio è stato buono con noi.
L’ho ricoperto di glitter, perché tornasse a splendere di luce propria.
Gli ho ripetuto quelle vecchie parole:
“Dio disse: è il momento di risorgere su questo palco

Achille Lauro

“1969 – ACHILLE IDOL REBIRTH”
La tracklist:

Maleducata
Bam Bam Twist (feat. Gow Tribe, Frenetik&Orang3)
16 Marzo (feat. Gow Tribe)
Rolls Royce (feat. Boss Doms, Frenetik&Orang3)
C’est la vie (feat. Fiorella Mannoia)
Me ne frego
Cadillac (feat. Boss Doms, Gow Tribe)
Maledetto lunedì (Frenetik&Oran3 feat. Achille Lauro)
Zucchero (feat. Boss Doms, DJ Pitch, Gow Tribe)
Roma (feat. Boss Doms)
1969 (feat. Boss Doms, Frenetik&Orang3)
Je t’aime (feat. Boss Doms, Frenetik&Orang3)
Sexy Ugly (feat. Boss Doms)
Delinquente (feat. Boss Doms)
Scusa (feat. Boss Doms)
C’est la vie

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *