L’emozionante canzone “Con il nastro rosa” di Lucio Battisti riprende vita grazie alla realizzazione della cover di Massimo Di Cataldo. Il cantante romano ha sempre ammirato e stretto un legame particolare con il repertorio musicale di Battisti e Mogol, tanto che i testi e le musiche ne hanno sempre influenzato il personale percorso artistico. E ora, per coronare questo “imprinting” musicale, ha deciso di realizzare la cover di una canzone che sin da bambino l’aveva affascinato, una delle canzoni più famose e che molti altri artisti hanno precedentemente interpretato, come Mina, Anna Oxa, Formula 3, La Differenza, Bianca Atzei.
La versione di Di Cataldo è qualcosa di nuovo rispetto all’originale, un giusto mix di energia e delicatezza, una rielaborazione a cui ha lavorato durante il suo tour cantandola ai vari concerti e registrata infine in studio con la sua band. Inoltre, ha girato anche il videoclip del pezzo, realizzato proprio presso il CET, la tenuta nel centro Italia dell’autore Mogol, avendo così la possibilità di incontrare, colloquiare e collaborare con Mogol in persona, attingerne preziosi consigli e collezionare un’esperienza indimenticabile.

Una grande emozione girare nella sala dedicata a Battisti, dove il suo lavoro insieme a Mogol è documentato da una serie di fotografie in bianco e nero“, afferma l’artista.
La canzone, manifesto della collaborazione artistica di Battisti-Mogol, è presente nell’album “Una giornata uggiosa” del 1980, l’ultimo progetto pubblicato da questo sodalizio musicale. Questa non è la prima volta che Massimo Di Cataldo si misura con il genio di Battisti, attingendo dal suo repertorio musicale: infatti nel 2005 ha realizzato la cover del brano “Il nostro caro angelo”, oltre ad aver eseguito “Mi ritorni in mente” in coppia con Patty Pravo, nel corso della sua partecipazione al programma televisivo di Rai 1Ora o mai più“.
A seguire avrete modo di vedere il videoclip ufficiale di questa canzone reinterpretata da Massimo di Cataldo.
Il video:

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *