Si intitola proprio “La differenza” il nuovo album di Gianna Nannini che noi di Spettacolo News abbiamo potuto ascoltare in anteprima alla conferenza stampa milanese di ieri, martedì 12 novembre 2019.
Prodotto da Charing Cross Records Limited e Sony Music, il disco contiene 10 inediti e uscirà venerdì 15 novembre 2019 sia in versione fisica, che in versione digitale nei principali store e piattaforme di streaming e download.
Quale modo migliore per fruire de “La differenza” se non in un metodo diverso dal solito. Infatti, durante l’incontro con la cantautrice, il pubblico ha potuto ascoltare le tracce della versione vinile, che regala un suono impeccabile.

Proprio per fare la differenza, Gianna Nannini è tornata alle origini riscoprendo il folk, il blues e il rock e registrando il disco in presa diretta a Nashville, in Tennessee, nei Blackbird Studio di John McBride.
Nelle mie radici c’è sempre stato un sangue bianco-nero, sono ripartita dal blues verso il soul e il rock alla mia maniera. Conny Plank mi diceva che ogni paese ha il suo blues, basta che lo si faccia, che lo si produca, che lo si alimenti, nalle propria cultura di appartenenza. Ma soprattutto è il motivo per il quale ho scelto di registrare questo disco a Nashville, qui grazie alla bravura dei musicisti non si registra con gli “overdubs” ma suonando tutti insieme nello stesso momento senza correzioni, post take.”, ha raccontato.
Le canzoni sono nate insieme a Pacifico, Dave Stewart, Fabio Pianigiani, Mauro Paoluzzi e molti altri colleghi e amici, che hanno condiviso con lei sessions improvvisate nello studio di Gloucester Road di Londra, soprannominato dall’artista “MYFACEStudio”.
Riguardo a Pacifico, ha affermato: “Ormai, dopo 12 anni che lavoriamo insieme, siamo una cosa sola. Non voleva fare testi al computer, le canzoni dovevano uscire dalle corde e dal cuore. La mia parola non si può scrivere, deve essere cantata, si fonde col suono della mia voce.”.
Ed è proprio dal cuore che nascono le canzoni della tracklist, che si apre con l’omonimo singolo “La differenza”, già in rotazione radiofonica.

Ecco i 10 singoli presenti nell’album:

  1. La differenza
  2. Romantico e bestiale
  3. Motivo feat. Coez
  4. Gloucester Road
  5. L’aria sta finendo
  6. Canzoni buttate
  7. Per oggi non si muore
  8. Assenza
  9. A chi non ha risposte
  10. Liberiamo

Come si comprende già dal primo ascolto e da una lettura dei testi, queste canzoni sono tutte canzoni d’amore. “La differenza” nel suo complesso è un disco che parla d’amore, ma dell’amore in tutte le sue sfaccettature, come spiega Gianna Nannini: “Parla d’amore, ma non in modo così sdolcinato, sono tutti conflitti d’amore. Nelle mie canzoni d’amore io vedo oltre il piccolo problema dell’amore o della relazione.

Ma veniamo al titolo, perché anche questo merita una spiegazione profonda, esattamente come il motivo che l’ha ispirato. 
“La differenza” parla proprio delle differenze che incontri quando hai dei rapporti con gli altri, con cui spesso non si va d’accordo perché sono appunto così differenti da noi, ma questa è anche la bellezza delle relazioni”, continua la Nannini: “Credo che ci siano dei muri mentali che sono sopravvenuti dopo il muro di Berlino, ossia i pregiudizi e le etichette, e queste pareti io voglio abbatterle. Nelle relazioni umane io mi metto in prima persona, cerco di capire la mia differenza rispetto agli altri. Invece di avere delle opinioni diverse e colpevolizzare uno per questo, bisogna accettare l’opinione diversa. Questo disco parla di questo ed è dedicato a coloro che non hanno paura di essere sé stessi e dimostrare il loro coraggio ma anche la loro gentilezza con gesti che fanno la differenza. È soprattutto un messaggio che voglio mandare: “Fai tu la differenza!””.

L’album è stato prodotto dalla stessa rocker insieme a Tom Bukovac e Michele Canova, mixato da Alan Moulder e Pino “Pinaxa” Pischetola e registrato da John McBride. Per quanto riguarda le canzoni, invece, Gianna ha collaborato con un solo artista, Coez, nel duettoMotivo”. Su questo la cantante scherza: “Io ho questo intuito, li prendo tutti all’inizio e poi hanno successo!”. Ha poi raccontato: “Io ne avevo sentito parlare ma non sapevo che fosse italiano, poi ho sentito “Amami o faccio un casino”, mi è piaciuta e l’ho chiamato. Gli ho detto “Ho una canzone che voglio farti sentire”, lui era a Londra e mi ha raggiunto. A lui non si può chiedere di fare una cosa, o ci entra col cuore o non la fa e questo mio brano l’ha ispirato. Io avevo già scritto la mia parte e lui ha risposto con la sua.
Ha spiegato come l’album abbia un suono rock nuovo, un rock acustico. Lei si dimostra aperta a tutte le contaminazioni e, tra i nuovi talenti italiani, apprezza in particolare alcuni giovani rapper: “Mi piacciono molto Salmo e Achille Lauro. Massimo Pericolo lo trovo molto alternativo e mi piace il suo coraggio in certe cose. Questo mondo nuovo dei rapper ha tirato fuori l’importanza della parola, che nella musica in Italia è fondamentale, ma bisogna trovare la propria identità sonora.”.

 

Dopo l’uscita de “La differenza”, il prossimo venerdì 15 novembre, la Gianna si preparerà per il tour europeo in partenza in maggio 2020. Da Londra, il 15 maggio, la cantante si sposterà a Parigi, Bruxelles e Lussemburgo, per poi arrivare nella sua regione d’origine, in Toscana. Il 30 maggio 2020 terrà infatti un concerto allo Stadio Artemio Franchi di Firenze che non è solo atteso, è molto di più. Si tratta della prima volta in cui la cantante di origine senese si esibisce nello stadio fiorentino e questa scelta, in linea con l’album, vuole fare la differenza.
La rocker italiana per eccellenza presenterà i brani del nuovo disco ma farà scatenare il pubblico con i suoi più grandi successi. “Sul palco do il meglio di me”, ha affermato Gianna Nannini, scherzando poi: “A me avevano detto che dopo i trent’anni non potevo più fare il rock, invece ho dimostrato che sono molto viva, soprattutto dopo i cinquanta.”.
Non sarà di certo un numero a fermare la sua presenza scenica sul palco e la sua voce inconfondibile, che dopo una data in Italia, proseguirà con altre 12 tappe in giro per l’Europa.
Ecco la lista dei concerti del Gianna Nannini European Tour, organizzato da Friends & Partners:

  • 15 maggio – Londra, O2 Shepherd’s Bush
  • 18 maggio – Parigi, Olympia
  • 20 maggio – Bruxelles, Cirque Royal
  • 21 maggio – Lussemburgo, Rockal
  • 30 maggio – Firenze, Stadio Artemio Franchi
  • 23 giugno – Colonia, Tanzbrunnen
  • 24 giugno – Ehingen, Marktplatz
  • 26 giugno – Berlino, Zitadelle
  • 27 giugno – Amburgo, Stadtpark Openair
  • 9 ottobre – Aalen, Ulrich Pfeifle Halle
  • 10 ottobre – Ludwigsburg, MHP Arena
  • 12 ottobre – Monaco, Philharmonie
  • 13 ottobre – Francoforte, Alte Oper Frankfurt
  • 15 ottobre – Kampten, Big Box Allgau
  • 17 ottobre – Norimberga, Meistersingerhalle
  • 21 ottobre – Zurigo, Hallenstadion
  • 23 ottobre – Ginevra, Theatre Du Leman

I biglietti sono già disponibili in prevendita sul sito TicketOne e nei punti vendita abituali.

Sara Dal Mas

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *