The Zen Circus sono pronti ad approdare al Festival di Sanremo 2019. Andrea Appino (voce e chitarra), Massimiliano “Ufo” Schiavelli (basso), Karim Qqru (batteria) e il Maestro Francesco Pellegrini (chitarra): questi i nomi dei componenti della rock band indipendente The Zen Circus, che approda per la sua prima volta al Festival di Sanremo.

Formatisi nel 1994 a Pisa, la band vanta un percorso musicale ricco di riconoscimenti ed esperienze importanti: ad oggi contano una decina di album pubblicati, di cui l’ultimo “Il fuoco in una stanza” è stato presentato non solo su “Ossigeno” (Rai 3), “Brunori Sa” (Rai 3), programma ideato e condotto dal cantante-collega Brunori Sas che, inoltre, duetterà con loro nella quarta serata del Festival, ma anche in una puntata monografica di Sky Arte Sessions.

La band, che vanta più di 150mila ascolti ogni mese su Spotify, è una realtà musicale ben consolidata, con uno stile personale e che racconta, attraverso le canzoni, verità quotidiane, da storie di ragazzi rimasti senza sogni al singolo uomo di periferia che cerca di non essere divorato dalla società attuale.

L’amore è una dittatura” è la canzone con cui si presentano in gara e su Facebook hanno scritto, annunciando la loro partecipazione al Festival: “Tutto vero, ci saremo con una canzone di cui andiamo molto fieri“. E ancora: “È una canzone d’amore senza esserlo. E se per politico intendiamo qualcosa che parla di cosa pubblica e collettività allora è una canzone politica o, preferisco, sociale. Quello del non sentirsi parte di una collettività è un tema ricorrente negli Zen Circus.”.

Il 12 aprile 2019 al Pala Dozza di Bologna ci sarà un loro concerto celebrativo e conclusivo del recente tour, probabilmente l’unico del 2019. Il brano del Festival sarà incluso nel nuovo album “Vivi si muore – 1999/2019“, una raccolta dei 20 anni di carriera del Circo Zen, raccontato in 19 canzoni, di cui la prevendita è già disponibile.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *