Il prossimo 9 novembre, uscirà il nuovo lavoro discografico dei Muse, intitolato “Simulation Theory”. La famosissima band del progressive rock britannico formatasi nel 1992 torna dopo più di 2 anni dalla sua ultima esibizione in Italia al Mediolanum Forum di Assago di Milano e a distanza di 3 anni dalla pubblicazione “Drones“, decimo album del gruppo. I Muse torneranno a presentare brani inediti con “Simulation Theory”, disco già anticipato da 4 singoli: “Though contagion”, “Something human”, “Dig Down” e “The Dark Side”.
Il 2015 ha segnato il ritorno dei Muse sulle scene mondiali. Nuovo disco, “Drones”, e nuovo tour per la band che con più di 12 milioni di dischi venduti rappresenta senza dubbio uno dei più importanti gruppi inglesi della nuova generazione e nella musica progressive rock. Il gruppo, composto da frontman Matthew Bellamy, Chris Wolstenholme e Dominic Howard, a novembre 2018 pubblicherà quindi il suo nuovo album, l’ottavo in studio e “Simulation Theory” sarà fuori 3 diverse edizioni: Standard, Deluxe e Super Deluxe.
La versione Standard è composta da 11 brani, mentre Il formato Deluxe includerà anche le versioni acustiche dei brani “Dig Down”, “Something Human” e “Propaganda” e anche le versioni ‘Alternate Reality’ di “Algorithm” e “The Dark Side”.
La partecipazione della UCLA Bruin Marching Band in “Pressure” e una versione dal vivo di “Thought Contagion” saranno poi incluse nella versione Super Deluxe.
Come ha annunciato Dominic Howard, il batterista della band, il nuovo album sarà molto diverso dal quello precedente, che era più sul rock classico. Questo sarà molto sperimentale, i suoni saranno più sintetizzati e ci saranno molto sorprese.
Per quanto riguarda il disco “Simulation Theory”, il gruppo sperimenta miscelando suoni di diversi periodi storici per trasmettere il proprio messaggio. È il caso di “Algorithm”, che, come anticipato da Bellamy, fonde le note di un pianoforte con la musica per videogiochi degli anni ’80. Quasi dimenticando “Drones” e con questi nuovi atteggiamenti, lasciando da parte il rock delle chitarre elettriche e utilizzando più sintetizzatori, diverse sorgenti sonore e altri strumenti particolari, forse è un ritorno a “The 2nd Law: Unsustainable” del 2012.
Something Human”, sarà un brano molto diverso ma non tanto lontano dalla musica tipica dei Muse, anche se meno orientate al rock rispetto ai brani pubblicati in precedenza. Il video diretto da Lance Drake, regista e attore statunitense che ha già diretto sia “Dig down” che “Though contagion”, invece, è ispirato agli anni ’80 ed è il regno dei vampiri e si parla della vita degli artisti nelle ambientazioni fantascientifiche di “Ritorno al futuro”. Il protagonista, Mattew Bellamy, sfreccia sulle strade con la sua macchina (che ricorda da vicino quella presente nel film) per consegnare una videocassetta, ma viene notato e inseguito da due poliziotti, rappresentati dagli altri due componenti della band.
La copertina dell’album è stata realizzata da Kyle Lambert, l’artista digitale che ha ideato le locandine di “Stranger Things”, “Jurassic Park” e molti altri film.
A seguire avrete modo di leggere la tracklist completa dell’album.

La tracklist:

  • Algorithm
  • The Dark Side
  • Pressure
  • Propaganda
  • Break It to Me
  • Something Human
  • Thought Contagion
  • Get Up and Fight
  • Blockades
  • Dig Down
  • The Void

Hadi Farahmand

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *