Porto di Marina di Camerota è la cornice della 22esima edizione del “Meeting del mare“, il più grande evento artistico-culturale del sud Italia il cui tema di quest’anno è “Adesso“. Il festival è stata un’idea di don Gianni Citro, è sponsorizzato ed organizzato dalla Fondazione Meeting del Mare C.R.E.A., patrocinato dalla Regione Campania e dai comuni di Camerota e Sapri. Anticipato dalle serate del 28 e del 29 aprile in cui sono intervenuti Diodato e Tartaglia Aneuro, il “Meeting del mare” è un’opportunità a titolo completamente gratuito che non può essere mancata, né dagli amanti dell’arte né da chi cerca di distinguersi per la propria produzione artistica.
Si presenta come un eccezionale trampolino di lancio e al tempo stesso come un intenso laboratorio estivo. Musica, arti visive, arti performative e possibilità di assistere alle performance di artisti navigati, di rubare con gli occhi la loro esperienza e di confrontarsi con loro in workshop e seminari di approfondimento.
Per quel che concerne il panorama musicale, il meeting insieme al Reset Festival di Torino selezionano due band emergenti che insieme scriveranno con Celona e Gnut dei brani che verranno suonati nella serata conclusiva del festival, il 3 giugno. Per darvi un’idea di quanto il “Meeting del mare” sia una vera e propria cornucopia dell’abbondanza d’arte, vi diamo qualche numero. Nell’arco di tre serate le esibizioni saranno più di 50. I capofila saranno esponenti in vista della scena italiana contemporanea come Frah Quintale, Cosmo Mellow Mood. Per quel che concerne la scena underground vi annoveriamo Earthlife, Lello Tramma, Simone SpiritoGuido Bruzzese, Dutty Beagle, Megàle, Zompa Family, Atlante, I Semi d’Ortica, Cosmorama e I cieli di Turner.
Non saranno tre giorni dedicati soltanto alla musica. Il Cantiere Visivo  è uno spazio adibito a mostre, installazioni e proiezioni. Saranno presenti Francesco Pistilli con le foto di “Lives in limbo” e Valerio Nicolosi con “(R)Esistenze”; la onlus L’Africa Chiama, la street art e il live painting di Biodipi,  le musiche dal mondo di Jabel Kanuteh con il progetto “Heart of Kora” e la presentazione di libri di Nicola Graziano, “Matricola Zero Zero Uno” e di Daniele Biella, “L’isola dei giusti”; per non parlare del convegno organizzato dalla Coldiretti di Camerota in cui si potrà imparare qualcosa di più sull’agricoltura 4.0, per chi pensava che solo il network fosse in continua evoluzione e trasformazione.
Il “Meeting del mare” da ben 22 anni ci ricorda che la realtà culturale italiana è viva. E “Adesso” sarà un’occasione imperdibile per conoscerla ed approfondirla nella splendida cornice cilentina.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *