In una bella giornata, fredda, ma di sole, ci siamo recati sulla sommità di un alto palazzo in piazza della Repubblica a Milano, e dalle finestre giganti e lucenti che davano sui grattacieli abbiamo osservato seraficamente la città brulicare ai nostri piedi. All’interno si stava al caldo, si stava bene, c’era proprio una bella atmosfera… il clima natalizio, le vetrate che irradiavano di luce il legno chiaro splendente degli interni di design squisitamente scandinavo.

Ma dove cavolo ci troviamo? Vi chiederete voi, ebbene, siamo negli studi di Milano della Warner Bros Music, e siamo qui per vedere un po’ che vista che c’è… no, beh, ovviamente no; siamo qui per incontrare una cantante molto giovane, molto bella, molto talentuosa e pure molto natalizia…

Eccola finalmente! Emma Muscat.

Ciao Emma, come stai?
Molto bene, grazie. E tu?

Bene, grazie di avermelo chiesto. Iniziamo?
Vai, sì, sono pronta. (sorride ndr)

Allora… il 7 dicembre, venerdì questo, uscirà l’edizione natalizia del tuo album “Moments”; raccontaci un po’ come è nata questa versione particolare del disco e quale canzone di Natale ti emozioni di più a cantare.
Ho scelto di fare questa edizione natalizia perché adoro il Natale e volevo fare questo regalo ai miei fans. L’ho annunciato il giorno del mio compleanno e vorrei che fosse un vero e proprio dono di Natale a tutti quelli che mi seguono. Ho sempre preferito fare io i regali piuttosto che riceverli.
Nella nuova versione del disco ci sono le stesse 6 tracce di “Moments” e in aggiunta altri 7 brani natalizi di cui 6 cantati in inglese e uno in italiano, almeno uno l’ho voluto fare perché ci tenevo.
La canzone che più mi ha emozionato, anche in studio di registrazione mentre la cantavo, è stata sicuramente “White Christmas”. Io ho sempre sognato un “bianco Natale”, anche perché nella mia terra d’origine, Malta, non nevica mai, quindi ho sempre sognato un bianco Natale e purtroppo non mi è ancora capitato di trascorrere il giorno di Natale sotto la neve.

Osservando i tuoi video si nota una certa predisposizione alla recitazione, sei molto brava a recitare, ti piacerebbe fare l’attrice?
Ho fatto una scuola d’arte in cui recitavo, ballavo e cantavo. Ho sempre preferito però il canto e la danza alla recitazione. Mi è capitato di recitare in qualche “play” (commedia teatrale ndr) a scuola, ma non ho mai pensato che quella potesse essere la mia carriera.

Il momento più emozionante, ad ora, della tua carriera di cantante?
Sicuramente entrare nella scuola di “Amici” perché è stato l’inizio di tutto.

A proposito di questo, come descriveresti il tuo percorso artistico iniziato ad “Amici”?
È stato bellissimo, mi ha cambiato la vita, in meglio ovviamente. Un altro momento per me emozionante è stato riuscire ad arrivare al serale, sempre di Amici (parte conclusiva della trasmissione di Maria De Filippi, dove si ottiene più visibilità andando in onda in prima serata il sabato sera. ndr), e arrivare fino in semifinale, perché davvero non avrei mai pensato di arrivare così in fondo nel programma. Poi il 6 di luglio quando è uscito il mio primo disco è stato molto emozionante, perché è stato come vedere tutto il mio lavoro dall’inizio prendere finalmente una forma fisica, e mai avrei pensato che potesse accadere davvero. Questa estate ho cantato poi con Eros Ramazzotti ed è stato un altro momento magico. Poi ho fatto l’instore tour dove ho visto tutte quelle persone che erano venute lì solo per me, puoi capire quanto sia emozionante, anche le parole che mi hanno detto, davvero, sono stati momenti che mi hanno toccato il cuore.

Sei una ragazza che ha viaggiato e che viaggia molto, la tua città del cuore?
Ho viaggiato proprio tanto, davvero ovunque, ma solo in Europa, per ora. Come città devo dire Parigi. Ci sono stata una volta con la mia famiglia e una volta con il mio fidanzato, è una città davvero meravigliosa.

Il luogo tra tutti in assoluto dove sogni di realizzare un tuo concerto?
Nel mondo? Wembley stadium, a Londra.

Tu e Biondo avete pensato a una collaborazione musicale in futuro?
Durante “Amici” abbiamo scritto qualcosa assieme, certo, ci piacerebbe molto, per ora però non abbiamo ancora una risposta diciamo. Ovviamente quando siamo assieme lavoriamo, cerchiamo di fare qualcosa, però per ora non abbiamo niente di pronto.

La donna a cui ti ispiri e perché.
Alicia Keys. Perché lei è una donna molto talentuosa, molto simpatica, molto umile anche. Lei esce sempre senza trucco, molto naturale, è proprio una sua campagna personale di self empowerment che porta avanti da anni, la stimo tantissimo per questo. Poi lei suona il pianoforte e canta, il suo genere è RNB, Soul, come il mio; insomma, Alicia Keys è proprio la mia fonte d’ispirazione per tante tante cose.

Hai mai pensato al Festival di Sanremo? Ti piacerebbe partecipare?
Sinceramente non ci ho mai pensato perché non sono italiana. Non lo so se ci sarà una possibilità di farlo, nel caso, perché no? È un bel palcoscenico.

Cosa ami fare nel tuo tempo libero lontano dal lavoro?
Io da sempre sono stata una tipa molto sportiva. Ai tempi della scuola ho praticato nuoto, pallavolo, basketball, football, atletica… un po’ di tutto. Ormai non ho più molto tempo, adesso vado in palestra, qualche volta vado a correre. Per il resto suono il pianoforte, che ho a casa e che ho studiato per tutta la mia vita. Ho passato l’esame di piano classico, avrei voluto anche diplomarmi proprio in pianoforte, ma non ho avuto tempo, magari lo farò in futuro. Per il resto mi piace stare a casa con la mia famiglia, uscire coi miei amici, sono una ragazza normale (ride ndr)!!

Federico Guarducci

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *