Da giorni non si parla d’altro se non di Claudio Baglioni e dei cambiamenti che vorrebbe apportare al Festival di Sanremo 2019. Il celebre cantautore è stato riconfermato per il secondo anno consecutivo come direttore artistico della kermesse, anche se non si è ancora sicuri possa essere lui il conduttore. Intanto, come direttore artistico, ha già deciso di attuare una serie di modifiche al regolamento e alla tipologia di manifestazione. E si sa, quando si parla del Festival di Sanremo si è sempre molto titubanti in fatto di cambiamenti. Quello che si dice possa voler fare Claudio Baglioni è un taglio netto alla categoria Nuove Proposte: niente più festival dei giovani quindi, ma un’unica categoria in gara composta dai big, cui si uniranno poi 2 giovani vincitori di un contest in onda a metà dicembre. Si darà più spazio alle nuove leve per un’intera settimana, come se ci fosse un altro Festival di Sanremo prima di Natale. A scontrarsi saranno 24 artisti under 36 e solo i 2 trionfatori potranno calcare il palco del Teatro Ariston nel mese di febbraio.
Per molti un trampolino di lancio in meno per le nuove generazioni di artisti, per altri una scelta saggia per dare ancora più spazio ai grandi nomi della musica italiana, ma allo stesso tempo anche ai ragazzi che vogliano intraprendere questo percorso. Un azzardo? Una scelta ponderata e sensata? Alla fine se valutiamo nel complesso la cosa, i più giovani avranno a disposizione un intero programma per farsi conoscere ed apprezzare: Sanremo Giovani, quindi, diventerà un evento a sè stante. Attualmente ci sono due correnti di pensiero ben distinte sull’argomento, ma siamo curiosi di sapere anche la vostra… Voi come la pensate? Vi terremo aggiornati su tutti gli sviluppi!

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *