La band francese Phoenix, colonna portante della scena indie-rock transalpina, si è esibita in concerto nella notte del 22 luglio a Roma al Postpay Sound Rock In Roma presso l’Ippodromo delle Capannelle.
I Phoenix sono un quartetto di Les Chesnay, formatosi artisticamente a Versailles, capitanati dal cantante Thomas Mars, insieme ai chitarristi Laurent Brancowitz e Christian Mazzalai, e al bassista Deck D’Arci. Il gruppo ha esordito nel panorama musicale Europeo nel 2000 con l’uscita dell’album “United”, dal quale emerse subito un forte interesse per la musica dance e per il pop rock d’autore, creando un sound personale che li collocò tra i capostipiti del cosiddetto “French Touch”.

Coinvolgente è probabilmente l’aggettivo che può riassumere al meglio la serata dedicata ai ragazzi di Versailles, un esempio palese di come anche la musica giudicata spesso “di nicchia”, riesca a vivere il suo momento di gloria, indelebile. Una scaletta sensazionale che ha progressivamente coinvolto tutto il pubblico, che si è scatenato dapprima sulle note del pop rock di classe con le hitIf I Ever Feel better” e “Lisztomania”, per giungere poi agli ultimi grandi successi come “Fior di latte” e il singolo dedicato alla capitale “Rome”.
Ciò che ha immediatamente coinvolto i fan è stato soprattutto il rapporto tra ogni componente della band: l’unione sul palco delle due chitarre che si spalleggiavano in un gioco di riff eleganti e personali e la batteria a dir poco potente ed energica, hanno contribuito a rendere ogni singolo pezzo estremamente accattivante. Non meno importante è stata l’inconfondibile voce electro-pop dell’attraente Thomas Mars che, sempre più stupito positivamente, compiaciuto ed emozionato per l’energia positiva arrivata dai suoi fan, ha tentato un “crowdsurfing” sulla folla, salutando il suo pubblico con “Funky Squaredance”, sorretto ai piedi ed immerso nelle luci dei molteplici scatti che hanno consacrato così i Phoenix a “band del cuore” per tutti i presenti.

Silvia Pompi

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *