“La cambio io la vita che” è il nome dell’autobiografia che Patty Pravo ha deciso di scrivere, un’opera che stando alle recenti interviste rilasciate dalla cantante, illuminerà anche gli angoli più nascosti della sua vita, partendo dall’infanzia cresciuta tra i canali di Venezia ai viaggi a vela sui mari di tutto il mondo, dall’amore per gli uomini all’amore per la musica, giungendo al distacco dalla madre e il ritorno nel suo grembo, rivissuto come in sogno in una piscina di Bel Air. Patty Pravo è un talento multiforme: ha cantato in ben otto lingue ed ha registrato decine di successi planetari con 110 milioni di dischi venduti.
Una personalità che ha saputo far innamorare anche poeti del calibro di Ezra Pound, Léo Ferré e Vinícius de Moraes, anche artisti come Lucio Fontana, Tano Festa e Mario Schifano, e persino musicisti, basti pensare a volti noti come quello di Mick Jagger, Jimi Hendrix e Robert Blunt. La storia di Patty Pravo è iniziata negli eclettici anni Sessanta, anni che evocavano libertà ed anarchia, anni caratterizzati dal clamoroso rinnovamento generazionale del secolo precedente. La cantante svela inoltre il misterioso rapporto con il suo io interiore, quello che lei chiama col suo vero nome:Nicoletta Strambelli, un rapporto tra il personaggio e la donna, tra la vita sotto i riflettori e la vita. Patty Pravo è la terza artista italiana che ha venduto più dischi nel mondo partendo da Ragazzo triste a Pazza idea, da La bambola a Pensiero stupendo, da E dimmi che non vuoi morire a Cieli immensi; sono molteplici le hit internazionali,tutte ha lasciato una sua firma in ogni epoca.
Il libro sarà nelle librerie martedì 7 novembre.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *