E’ morto oggi all’età di 66 anni il rocker Tom Petty, leader degli Heartbreakers.
La scomparsa della leggenda del rock degli anni ’70 e ’80 è avvanuta a causa di un arresto cardiaco. Il rocker aveva tenuto pochi giorni fa 3 concerti a Los Angeles con i suoi Heartbreakers . Sulla pagina Facebook dell’artista il manager Tony Dimitriades scrive: “A nome della famiglia di Tom Petty, annunciamo distrutti la prematura scomparsa del nostro padre, marito, fratello, leader e amico Tom Petty. E’ stato colpito da un arresto cardiaco a Malibù nelle prime ore di questa mattina [ieri, lunedì 2 ottobre, ndr] ed è stato portato all’Ucla Medical Center, dove ma non ha potuto essere rianimato. E’ morto in pace alle 20:40, ora di Los Angeles, circondato dalla famiglia, dai suoi compagni e dagli amici“.
Poco dopo le ore 21,00 di ieri sera, il sito di gossip TMZ ha lanciato la notizia del ricovero d’urgenza dell’artista presso l’ospedale di Santa Monica. Le sue condizioni sono apparse subito estremamente gravi: un forte attacco cardiaco l’ha lasciato in stato di morte celebrale e ad assicurare all’artista le funzioni vitali sono le macchine alle quali lo staff medico è ricorso presso il reparto di terapia intensiva. La notizia è stata poi ripresa da tutti i media internazionali ed ora amici e colleghi hanno iniziato a postare omaggi e ricordi.
Bob Dylan, con quale Petty condivise l’avventura nei Traveling Wilburys, ha rilasciato all’edizione statunitense di Rolling Stone queste parole: “Sono scioccato. Era un grande performer, pieno di luce e un amico, che non dimenticherò mai“.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *