Little Dark Angel” è il titolo del singolo degli MGMT, che  dopo il 2013, segna una nuova fase nella carriera artistica delgruppo originario di New York (distretto di Broklyn),  capitanato da Benjamin Ben Goldwasser ed Andrew VanWingarden.
Gli MGMT tornano a dominare le classifiche della settimana grazie ad un pezzo musicale molto più cupo e tenebroso, come del resto lo stesso titolo del brano, ma ricco di nuovi spunti sui quali i fan avranno modo di riflettere. Ad esempio come l’uso preponderante del synthpop e le atmosfere occulte, riverberate, che omaggiano quelle della band anni ’80  “The Cure” abbiano influenzato il loro modo stravagante ed eccentrico di fare musica, ridefinendo la loro personalità artistica con acuti omaggi, talvolta anche scontati, alla goth pop-music.
E’ il look infatti ancor prima del sound accattivante e della voce di Andrew VanWingarden, a ricordare Robert Smith nel video di “Little Dark Angel”, video quest’ultimo in cui la voce di Andrew sembra vestirlo dalla testa ai piedi di un tempo mai passato e concluso, bensì in continua evoluzione. Il video è stato diretto da David MacNutt e Nathaniel Axel, mentre l’album sarà prodotto da Patrick wimberly e Dave Friedman (noto produttore dei Flaming Lips). In una recente intervista il gruppo ha risposto cosi circa il nuovo  progetto artistico in uscita per il 2018: “Ci siamo sentiti come se avessimo finalmente trovato quel flusso, quella chimica, è un tipo di sensazione magica che avevamo provato quando abbiamo dato vita a questa band“.
Ecco il video ufficiale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *