Il cantautore e polistrumentista Angelo Branduardi, dopo i numerosi sold out registrati nei più prestigiosi teatri in Austria, Svizzera, Belgio, Lussemburgo e Germania, si prepara a portare la sua musica nelle principali città e in alcuni dei luoghi più suggestivi d’Italia.
Il “menestrello” è ripartito infatti venerdì scorso dalla Cattedrale di Sorrento, con la prima delle sei tappe già confermate del suo nuovo tour intitolato “Camminando Camminando 2017/2018”. Angelo Branduardi realizzerà in alcune date, esibizioni live insieme al musicista e compositore Maurizio Fabrizio, con cui vanta un’amicizia di lunga data.
I due artisti daranno vita ad un concerto acustico ed intimo, incentrato su brani meno eseguiti e attinti prevalentemente dal suo repertorio antico. A seconda delle location, Branduardi sarà invece accompagnato dalla sua band, insieme alla quale eseguirà tutti i suoi maggiori successi in una versione più elettrica.
La produzione del cantautore è stata sempre caratterizzata da una continua ricerca nel campo della musica popolare, barocca e rinascimentale, con forti influenze della musica etnica.
Per l’artista la celebrità in tutta Europa è arrivata nel 1976 con il brano “Alla fiera dell’est”, grazie al quale gli venne conferito il premio della Critica Discografica Italiana. Il grande successo è continuato poi nel 1977 con il brano “La pulce d’acqua” e nel 1979 con la canzone “Cogli la prima mela”.

Di seguito le prime date del tour autunno-inverno 2017-2018:

  • Venerdì 3 novembre 2017 – Padova (Palageox) – con la Band
  • Sabato 9 dicembre – Policastro (Sa) (Teatro di Benedetto) – con Maurizio Fabrizio
  • Venerdì 15 dicembre 2017 – Varese (Teatro Openjobmetis) – con Maurizio Fabrizio
  • Sabato 3 marzo 2018 – Legnago (Mi) (Teatro Salieri) – con Maurizio Fabrizio
  • Venerdì 9 marzo 2018 – Saronno (Va) (Teatro Giuditta Pasta) – con Maurizio Fabrizio

Per maggiori informazioni sul tour potete consultare il sito cliccando QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *