Quello che sembra” di Toni Brunetti è un thriller suggestivo, narrato in prima persona dai tre protagonisti dell’opera: Gerardo, Libero e Mauro. Sono prospettive singolari, provenienti dallo sguardo di chi vede il mondo attraverso un filtro deformante. I tre, infatti, sono profondamente turbati, perché impegnati in una lotta interiore tra quello che sono realmente e ciò che mostrano agli altri. Il ballo tra realtà e apparenza assume in questo romanzo ritmi frenetici; nessuno è ciò che sembra e nasconde verità che però, ad un certo punto, emergono dal luogo oscuro in cui sono state sepolte.
L’opera è ambientata in un condominio come tanti: qui abitano delle famiglie benestanti e rispettabili, ma anche personaggi un po’ più ambigui, che suscitano le maldicenze dei vicini. Lo sa bene il portinaio dello stabile, Gerardo. Lui conosce i segreti di tutti, o quasi e ha imparato che nessuno, lui incluso, mostra il suo vero volto; ognuno indossa una maschera, o più di una, per potersi omologare facilmente alla società, o magari per risultare invisibile mentre compie azioni discutibili.
Gerardo si è sempre mostrato servizievole con gli inquilini del condominio, mascherando il suo odio per ognuno di loro; dipendente dal gioco d’azzardo, deve trovare in pochi giorni una somma considerevole se non vuole finire in guai seri e non ci pensa due volte ad imbastire un piano per commettere un furto in uno degli appartamenti. Libero, uno degli inquilini odiati da Gerardo, è un uomo solitario e schivo, con una dipendenza da ansiolitici: passa quasi tutto il suo tempo in casa, impegnato in un’attività che nessuno potrebbe giustificare. Mauro fa parte di una delle stimabili famiglie del palazzo. E’ uno studente di sociologia ossessionato da un pensiero oscuro: non sopporta l’ipocrisia e il conformismo che ostentano i suoi genitori – «Trovare un buon impiego, accoppiarsi, mettere su famiglia e credere di aver realizzato i propri sogni e ritrovarsi invece, a quarant’anni, oberati dai mutui, oppressi dai superiori, devastati dagli obblighi familiari, e passare il resto della vita a rimpiangere di non aver preso altre strade quando ancora era possibile. Li guardi e ti fanno orrore e quel pensiero si rafforza e, un po’ alla volta, capisci che il tuo percorso è finito e ormai sei pronto.».
Per quale misteriosa svolta è pronto Mauro? Toni Brunetti ci conduce in una storia avvincente e tragica, in cui il rapimento di una bambina dà inizio ad una serie di angoscianti sospetti.
Nel thriller “Quello che sembra” nessuno è al sicuro e tutti possono essere colpevoli.

La Redazione in collaborazione con Diffondi Libro

Casa Editrice: Eclissi Editrice
Collana: I Dingo
Genere: Thriller/Noir
Pagine: 440
Prezzo: 20,00 €

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *