Il rumore del silenzio. Donne in marcia contro la camorra” di Nunzia Gionfriddo è un romanzo storico che conclude una trilogia di opere che ha come punto di partenza gli eventi relativi alle Quattro giornate di Napoli. Dopo i romanzi “Gli angeli del rione Sanità” e “Sopravvissuti”, l’autrice si concentra sul periodo che va tra la fine degli anni ’70 e gli inizi degli anni ’80. Ci troviamo sempre a Napoli e in particolare nella sua periferia, in un difficile momento storico segnato dalla nascita della Nuova Camorra Organizzata per mano di uno dei boss più feroci della malavita, Raffaele Cutolo, oltre che dagli atti di terrorismo perpetrati da gruppi eversivi sia di destra che di sinistra. Sono gli anni del delitto Moro, della strage alla stazione di Bologna e di quella in Piazza Fontana a Brescia; sono gli anni della paura, delle ritorsioni, dell’omertà, del sangue versato da vittime innocenti. In questo clima irrespirabile c’è poco spazio per la speranza; ci sono però alcune persone che non hanno intenzione di arrendersi: Maria, il giornalista Lucio, lo speaker radiofonico Totonno, Enzina, Rosetta e Ciruzzo decidono di darsi da fare, perché nulla è mai perduto se si combatte per la libertà e per la giustizia.
La condivisione di intenti e di progetti è la loro forza: insieme cercano di diffondere consapevolezza in coloro che vengono vessati giornalmente dalla camorra, spingendoli a non arrendersi – «Da uno di loro uscì la parola “Resistenza”, che sembrava fosse sparita dai vocabolari, se non di tutta Italia, sicuramente da quelli con cui mafia, camorra e ’ndrangheta “educavano” – tentavano di farlo – i giovani alla delinquenza.».
Attraverso gli articoli di Lucio, le dirette radiofoniche di Totonno e le marce contro la camorra, i sei amici divulgano a gran voce i loro messaggi, combattendo quell’ignoranza e quell’omertà che spingono al silenzio forzato. Vanno tra la gente, ascoltano le storie degli indifesi e denunciano ogni sopruso. Ci vuole un grande coraggio per rivoltarsi contro Golia ma loro, dei piccoli Davide, ne hanno da vendere. La Storia, però, non sempre è clemente con gli audaci: Nunzia Gionfriddo presenta una vicenda brutale, seppur illuminata dalla luce dell’eroismo, dove chi combatte a volte cade. E’ ciò che è accaduto troppe volte nel corso del tempo a uomini e donne straordinari che hanno sacrificato tutto, anche la vita, per il bene comune. E “Il rumore del silenzio. Donne in marcia contro la camorra” racconta proprio la storia di alcune di queste persone: esempi fulgidi di coraggio, umanità e altruismo.

La Redazione in collaborazione con Diffondi Libro

Casa editrice: Kairós Edizioni
Genere: Romanzo storico
Pagine: 156
Prezzo: 18,00 €

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *