Esercizi spirituali per bevitori di vino” di Angelo Peretti è un libro di enologia fuori dai canoni, perché si svincola dalle rigide norme propugnate dall’élite dei cultori del vino per affermare che ciò che più conta è il gusto personale. Per l’autore, a dare carattere e valore al vino è infatti l’investimento emotivo, non solo di chi lo produce, ma anche e soprattutto di chi lo consuma.
Angelo Peretti ha alle spalle 30 anni di carriera come giornalista e critico enogastronomico e conosce bene le dinamiche, i retroscena e le resistenze del mondo enologico; per questo motivo ha deciso di pubblicare un libro anarchico, che non accetta nessuna regola e che chiede al lettore di compiere un viaggio attraverso le sue emozioni e i suoi sentimenti: «Più sono andato avanti a occuparmene, per professione o per svago, più mi sono persuaso che bere il vino rappresenti una specie di esercizio spirituale simile, per certi versi, a quello praticato dai filosofi che riflettono sul senso dell’esistenza. Con la differenza che bere è un esercizio piacevole, alla portata di tutti, e siccome tutti possediamo la consapevolezza di vivere, nessuno può dirsi inesperto. Perfino chi è astemio.».
L’autore ha organizzato il suo testo in 90 brevi capitoli, suddivisi in ordine alfabetico, in cui si offrono riflessioni su vari aspetti del vissuto umano, intrecciandoli con aneddoti legati al vino e alle sue peculiarità. In ogni capitolo risuona quello che sembra essere il motto dell’autore: la cosa più importante è ricercare l’origine del proprio piacere, che è nostro e di nessun altro.
Ad esempio, nel capitolo intitolato “Abbiccì”, si afferma: «Se focalizzi l’attenzione sui tuoi piccoli piaceri, impari che la piacevolezza, checché ne dicano, è una questione personale e questo è l’abbiccì del bevitore. Il resto viene quasi da sé.».
Angelo Peretti offre inoltre dei preziosi consigli enologici alla fine di ogni capitolo, che hanno attinenza con le riflessioni riportate in esso: sono sempre due vini, uno italiano e uno estero, scelti con diversi criteri per soddisfare sia i palati desiderosi di bere bottiglie più note, che coloro che vorrebbero scegliere tra vini meno conosciuti ma più caratteristici, che rimandino a un luogo o magari a un’emozione particolare.
“Esercizi spirituali per bevitori di vino” è un’opera a metà strada tra il saggio, il racconto e la confessione autobiografica: l’autore vi riversa infatti molto del suo vissuto, dei suoi ricordi e dei suoi piaceri; un affascinante testo che si può leggere tutto d’un fiato, o consultare all’occorrenza grazie all’utile suddivisione dei capitoli dalla A alla Z.

La Redazione in collaborazione con Diffondi Libro

Casa Editrice: Edizioni Ampelos
Collana: La comunicazione del vino
Genere: Enologia
Pagine: 288
Prezzo: 25,00 €

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *