45 anni fa, il 9 maggio del 1978 alle ore 14.00 veniva ritrovato in Via Caetani a Roma il corpo dell’Onorevole Aldo Moro, sequestrato per 55 giorni dalle Brigate Rosse.
Il triste epilogo di una delle vicende più pesanti e difficili della storia della Repubblica Italiana, iniziata il 16 marzo dello stesso anno con il rapimento di Moro e la strage di via Mario Fani. In quell’occasione il terrorismo toccò il suo punto più alto di aggressione allo Stato, colpendo al cuore le istituzioni democratiche.

Il regista Marco Bellocchio ha raccontato la drammaticità di quei momenti, le figure chiave e la storia di Aldo Moro nel film “Esterno Notte“, trasmesso in 3 serate evento su Rai 1 e ora candidato ai David di Donatello con ben 18 candidature. Domani sera – nel corso della premiazione – scopriremo i nomi dei vincitori.

Un racconto crudo e dettagliato, attento e preciso quello del film di Bellocchio, che concorre ai David in categorie come Miglior Film, Miglior Regia, Miglior Attore Protagonista (Fabrizio Gifuni – la nostra intervista QUI) e Miglior Attrice Protagonista (Margherita Buy).

QUI vi lasciamo la nostra recensione di “Esterno Notte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *