Dopo due giorni di proiezioni e dibattiti presso la Multisala Barberini, si è conclusa la 12esima edizione del Festival Internazionale del Film Corto Tulipani di Seta Nera con un sold out al Teatro Brancaccio di Roma.
La serata di gala è stata condotta da Cataldo Calabretta e Metis Di Meo, con Lorella Cuccarini in veste di madrina del Tulipani di Seta Nera 2019, premiata da vice direttore del TG1 Angelo Polimeno Bottai. Sono stati diversi gli ospiti del cinema italiano che si sono alternati sul palco, premiati per loro capacità di farsi portatori di valori sociali attraverso le loro interpretazioni e per il loro impegno sociale.
Tra loro Elena Sofia Ricci premiata dal Direttore del Marketing RAI Roberto Nepote e Alessio Boni premiato da Irene Ferri, che hanno ricevuto il Premio Sorriso Diverso, l’oscar del cinema sociale.
Inoltre non sono mancati due intensi momenti musicali che hanno scandito l’evento: Enrico Nigiotti, in gara nell’ultima edizione del Festival di Sanremo 2019, è stato premiato per il brano “Nonno Hollywood” dall’attrice Elda Alvigini e I Musicanti hanno cantato un medley di brani di Pino Daniele premiati dal maestro Vince Tempera.
Spazio poi alla comicità con Gigi e Ross, arrivati per l’occasione da Napoli premiati da Claudio Tortora, ed esilarante pezzo di comicità di Pino Insegno premiato da Lidia Vitale. L’attore, conduttore e doppiatore romano ha fatto ridere tutta la platea mettendo a disposizione del Festival la sua magnifica verve.
Protagonista indiscusso della serata è stato però il cinema, inteso come strumento per abbattere ogni diversità, grazie ai registi finalisti, in concorso con i loro cortometraggi alla rassegna nelle due giornate al Barberini. Il premio assegnato dalla Giuria di VariEtà, composta da persone provenienti dal mondo del cinema e dello spettacolo, da rappresentati con spiccato interesse verso l’universo del sociale e del terzo settore e presieduta da Janet De Nardis, è andato a “La goccia e il mare” di Daniele Falleri.  Ad aggiudicarsi invece il Premio Rai Cinema Channel è stato il corto “Addio Clochard” di Michele Li Volsi e Marcello Randazzo, che ha sbragliato gli avversari in termini di visualizzazioni sul sito internet.
Che fine ha fatto l’inciviltà” di Delio Colangelo è il corto che si è aggiudicato il Premio Sorriso Nascente OPERA PRIMA. La serata si è conclusa con la consegna del Premio per il Miglior Cortometraggio della 12esima edizione del Festival. Ad ottenere il meritato riconoscimento è stato “Due Volte” di Domenico Onorato: il regista è stato premiato dalla Presidente di Giuria Caterina D’Amico raggiunta per l’occasione sul palco da Paola Tassone e Diego Righini, rispettivamente  Direttore Artistico e Presidente del Festival.
Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *