Sandra Milo si è spenta all’età di 90 anni nella sua casa, tra l’affetto dei suoi cari come desiderava: attrice e musa e amante di Federico Fellini, che l’aveva soprannominata “Sandrocchia“, è stata una delle icone del cinema italiano di tutti i tempi. Nata a Tunisi nel 1933, la Milo ha recitato in circa 70 film, collaborando con registi del calibro di Fellini, Antonio Pietrangeli, Sergio Corbucci, Luigi Zampa, Dino Risi, Pupi Avati, Gabriele Salvatores, Gabriele Muccino.

Il primo ruolo davvero importante nella sua carriera risale al 1959 ne “Il generale Della Rovere“, per la regia di Roberto Rossellini, in cui interpretava il ruolo di una prostituta al fianco di Vittorio De Sica. Un ruolo analogo fu quello da lei ricoperto l’anno dopo in “Adua e le compagne‘” di Pietrangeli e fu poi protagonista con Eduardo De Filippo, Vittorio Gassman e Marcello Mastroianni nel film “Fantasmi a Roma“, sempre di Pietrangeli.

Dal 2021 è stata protagonista del programma TV di Sky “Quelle brave ragazze“, al fianco di Orietta Berti e Mara Maionchi (ne abbiamo parlato QUI)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *