Rapito“, il nuovo film diretto da Marco Bellocchio, sarà in concorso al Festival di Cannes 2023. Il film è incentrato sulla storia di Edgardo Mortara, il bambino ebreo che nel 1858 fu strappato alla sua famiglia di origine per essere allevato da cattolico sotto la custodia di Papa Pio IX, suscitando un caso internazionale.

Nel 1858, nel quartiere ebraico di Bologna, i soldati del Papa irrompono nella casa della famiglia Mortara. Per ordine del cardinale, sono andati a prendere Edgardo, il loro figlio di 7 anni. Secondo le dichiarazioni di una domestica, ritenuto in punto di morte, a sei mesi, il bambino era stato segretamente battezzato. La legge papale è inappellabile: deve ricevere un’educazione cattolica. I genitori di Edgardo, sconvolti, faranno di tutto per riavere il figlio. Sostenuta dall’opinione pubblica e dalla comunità ebraica internazionale, la battaglia dei Mortara assume presto una dimensione politica. Ma il Papa non accetta di restituire il bambino. Mentre Edgardo cresce nella fede cattolica, il potere temporale della Chiesa volge al tramonto e le truppe sabaude conquistano Roma.

Dopo la presentazione al Festival di Cannes 2023, “Rapito” di Marco Bellocchio verrà distribuito nelle sale cinematografiche a partire dal 25 maggio grazie a 01 Distribution.

La sceneggiatura è di Marco Bellocchio stesso e Susanna Nicchiarelli, con la collaborazione di Edoardo Albinati Daniela Ceselli e la consulenza storica di Pina Totaro. Il montaggio è di Francesca Calvelli Stefano Mariotti, la fotografia di Francesco Di Giacomo, le musiche originali di Fabio Massimo Capogrosso, la scenografia di Andrea Castorina ed i costumi di Sergio Ballo Daria Calvelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *