Ai nastri di partenza la quindicesima edizione di “Marateale – Premio internazionale Basilicata”, che si terrà dal 25 al 29 luglio nella suggestiva “perla del Tirreno” presso il Teatro sul mare dell’Hotel Santavenere.

Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti Nicola Timpone, Direttore Artistico Marateale, Luigi Corradi, AD Trenitalia, Daniele Stoppelli, Sindaco di Maratea, Antonella Caramia, Associazione Cinema Mediterraneo e Valentina Trotta, assessore al Turismo del Comune di Maratea. Presenti all’appello, inoltre, Madalina GheneaRoberto CiufoliRoberta GiarrussoSilvia Salemi e alcuni influencer della Stardust, in rappresentanza dei numerosi artisti che interverranno nel corso delle cinque giornate del Festival “Marateale – Premio internazionale Basilicata”. Tra le celebrità annunciate che prenderanno parte all’evento: Giancarlo GianniniCarlo VerdoneLiz HurleyBarbara d’UrsoFrancesca FagnaniEdoardo LeoRocco PapaleoPaolo Genovese, i ragazzi della fiction “Mare fuori”Pio & AmedeoLaura Chiatti, Marco BocciEma StokholmaErmal MetaEnzo Abitabile e i produttori Tarak Ben Ammar e Gianluca Curti.

A ciascuno dei partecipanti è spettato il compito di annunciare le numerose novità e sorprese legate alla quindicesima edizione del Marateale:

Luigi Corradi, AD Trenitalia: “Trenitalia conferma la sua presenza al fianco del Festival del cinema Marateale: un sostegno alla cultura, con un collegamento con le Frecce che in meno di tre ore da Roma permetterà di raggiungere Maratea, la perla del Tirreno. Un modo concreto per promuovere la mobilità collettiva e favorire  una sempre maggiore coesione territoriale. Questa collaborazione si inserisce tra le iniziative finalizzate ad  avvicinare sempre più persone al treno: mezzo green per eccellenza.”.

Daniele Stoppelli, Sindaco di Maratea: “Quella tra il Comune di Maratea e la Marateale è una collaborazione ormai consolidata e che, di anno in anno, ci regala delle grandi soddisfazioni. Per questo ci tengo a ringraziare Antonella Caramia e Nicola Timpone che anche quest’anno stanno realizzando un’edizione dal respiro internazionale. Di Festival, in Italia, ce ne sono tanti. Marateale, grazie alla straordinaria bellezza del posto e all’eccellente lavoro svolto dal team, è sicuramente diventato uno dei più prestigiosi e apprezzati sia dagli addetti ai lavori che da un pubblico sempre più vasto”.

Valentina Trotta, assessore al Turismo del Comune di Maratea: “Maratea si candida a capitale italiana delle cultura per l’anno 2026. Una scelta che nasce dalla volontà di mettere la cultura, e i processi che essa è in grado di generare al centro di un modello di sviluppo che sia sostenibile e inclusivo, fondato sull’innovazione in tutte le sue forme e che metta al centro la persona e i suoi bisogni per definire un nuovo modello di comunità. L’edizione 2023 del Marateale ospiterà il tavolo ‘Maratea2026: la cultura al centro’ dedicato alle prospettive che il processo di candidatura delinea nel cammino di costruzione di una città al centro di un nuovo sistema di relazioni tra Europa e Mediterraneo, baricentro del rapporto tra i Sud e i Nord.”.

Nicola Timpone, Direttore artistico Marateale: “Sono particolarmente fiero del fatto che siano stati tanti gli artisti di primissimo livello ad accettare il nostro invito. I premi, come di consueto, verranno realizzati dal Maestro orafo Michele Affidato e, oltre ai consueti riconoscimenti legati al cinema, ce ne saranno alcuni speciali inerenti altre discipline dello spettacolo e del giornalismo. La kermesse, quest’anno più del passato, sarà fortemente caratterizzata da una componente giovanile e non solamente legata agli artisti che vi interverranno. Un ruolo fondamentale, nella selezione delle opere in concorso, lo hanno avuto giovani appassionati e critici capitanati da Egidio Mattinata.”.

Quasi 2500 opere, tra lungometraggi e corti, sono state proposte per le tre sezioni della manifestazione: “Green Award”, “Marateale in short” e “Marateale in school”. Le opere sono state inviate da ben 108 nazioni: un evidente segnale dell’autorevolezza e del prestigio che Marateale continua a riscontrare a livello internazionale. Notevole sarà la presenza, durante le cinque giornate del festival, dei giovani del Servizio Civile dell’area sud Basilicata, comprendente 27 paesi: 175 volontari saranno impegnati, nel corso di masterclass, proiezioni e premiazioni, a contribuire al corretto e sicuro svolgimento della manifestazione. Nelle stesse giornate, nell’ambito dell’attività di alternanza scuola-lavoro, è prevista la collaborazione degli studenti del liceo classico Nicola Carlomagno di Lauria.
Dulcis in fundo, per il secondo anno consecutivo a Marateale, verrà dato ampio spazio al progetto “Young Blood“, fortemente voluto da Daniele Orazi di Do Agency e Fabia Bettini di “Alice nella città” per promuovere i giovani talenti under30.

Si rinnova, inoltre, la collaborazione con Stardust, la prima azienda italiana nata con l’idea di evolvere l’influencer marketing partendo dal principio “People are Media”. Stardust sarà al Festival di Marateale 2023 curando tutta la comunicazione digital dell’evento e saranno presenti anche i creator della Stardust House, prima content house italiana e straordinaria academy di creator da milioni di follower, dove i giovani talenti del mondo social crescono e si formano attraverso corsi di ballo, recitazione e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *