Arriverà nelle sale cinematografiche dal 15 al 21 dicembre distribuito da Lucky Red – il docufilm dedicato all’indimenticabile attore e regista Massimo Troisi: il progetto si intitola “Il mio amico Massimo” ed è diretto da Alessandro Bencivenga, con le voci narranti di Lello Arena e Cloris Brosca. Il docufilm è un omaggio inusuale, leggero e a tratti ironico, in cui si racconta la vita ed il percorso artistico dell’attore napoletano, a quasi 70 anni dall’anniversario della nascita.

L’opera lega sue esibizioni cabarettistiche, teatrali e televisive, backstage, foto d’epoca ad interviste di amici ed esponenti del mondo dello spettacolo, tra cui Carlo Verdone, Nino Frassica, Clarissa Burt, Maria Grazia Cucinotta, Ficarra e Picone e testimonianze di repertorio di Pippo Baudo e Renzo Arbore.

Infine, una partecipazione speciale, quella di Gerardo Ferrara, la controfigura di Massimo Troisi nel celeberrimo “Il postino”.

«Un giorno» – racconta il regista Bencivenga – «guardando un film di Troisi, ho pensato: “Sarebbe bello realizzare un docufilm su Massimo. In fondo lui è stato, ed è tuttora, il mio autore, regista e attore di riferimento”. Conoscevo alcuni suoi amici e quella che all’inizio era soltanto una fumosa idea è potuta diventare una realtà concreta. Da lì ho cominciato a fantasticare un racconto su Troisi, ma in un modo non convenzionale.».

“Il mio amico Massimo” è prodotto da Piano B produzioni, co-prodotto da Lambda e come produttori associati troviamo Spaghetti Picture e Screen Studio.

La sinossi:

A quasi 70 anni dall’anniversario della nascita di Massimo Troisi, un docufilm sulla vita e sul percorso artistico dell’attore napoletano. Esibizioni cabarettistiche, teatrali e televisive, backstage, foto d’epoca, e interviste ad amici ed esponenti del mondo dello spettacolo, tra cui Carlo Verdone, Nino Frassica, Clarissa Burt, Maria Grazia Cucinotta, Ficarra e Picone e testimonianze di repertorio di Pippo Baudo e Renzo Arbore. Infine, una partecipazione speciale, quella di Gerardo Ferrara, la controfigura che ha accompagnato e alleviato le fatiche sul set di Troisi nel celeberrimo “Il postino”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *