Accantonati i Premi Oscar 2022 (quest’anno più scoppiettanti che mai, noi ne abbiamo parlato QUI), è tempo dei David di Donatello nostrani. La 67esima edizione del prestigioso riconoscimento cinematografico, un orgoglio tutto italiano, si terrà martedì 3 maggio in diretta su Rai 1. La conduzione sarà affidata a Carlo Conti insieme a Drusilla Foer.

Intanto, questa mattina, Piera Detassis, Presidentessa e Direttrice Artistica dell’Accademia, ha presentato le candidature ai David di Donatello 2022 dei film usciti al cinema dal 1° marzo 2021 al 28 febbraio 2022, in ordine alfabetico, votate dai componenti della Giuria dell’Accademia e trasmesse ufficialmente dallo Studio Notarile Marco Papi. Eccole di seguito:

Miglior film

  • Ariaferma
  • È stata la mano di Dio
  • Ennio
  • Freaks out
  • Qui rido io

Miglior regia

  • Paolo Sorrentino – “È stata la mano di Dio”
  • Leonardo Di Costanzo – “Ariaferma”
  • Gabriele Mainetti – “Freaks out”
  • Giuseppe Tornatore – “Ennio”
  • Mario Martone – “Qui rido io

Miglior regista esordiente

  • Gianluca Jodice – “Il cattivo poeta”
  • Maura Delpero – “Maternal”
  • Francesco Costabile – “Una femmina”
  • Alessio Rigo De Righi, Matteo Zoppis – “Re Granchio”
  • Laura Samani – “Piccolo corpo”

Miglior produttore

  • “A Chiara” – Jon Coplon, Paolo Carpignano, Ryan Zacarias, Jonas Carpignano (StayBlack Productions); Rai Cinema
  • “Ariaferma” – Carlo Cresto-Dina (Tempesta), Michela Pini (AMKA); Rai Cinema
  • “È stata la mano di Dio” – Paolo Sorrentino, Lorenzo Mieli
  • “Freaks Out” – Andrea Occhipinti, Stefano Massenzi, Mattia Guerra (Lucky Red), Gabriele Mainetti (Goon Films); Rai Cinema
  • “Qui rido io” – Nicola Giuliano, Francesca Cima, Carlotta Calori (Indigo Film); Rai Cinema

Miglior attore protagonista

  • Elio Germano – “America Latina”
  • Silvio Orlando – “Ariaferma”
  • Filippo Scotti – “È stata la mano di Dio”
  • Franz Rogowski – “Freaks out”
  • Toni Servillo – “Qui rido io”

Miglior attrice protagonista

  • Swami Rotolo – “A Chiara”
  • Miriam Leone – “Diabolik”
  • Aurora Giovinazzo – “Freaks out”
  • Rosa Palasciano – “Rosa”
  • Maria Nazionale – “Qui rido io”

Miglior attore non protagonista

  • Fabrizio Ferracane – “Ariaferma”
  • Valerio Mastandrea – “Diabolik”
  • Toni Servillo – “È stata la mano di Dio”
  • Pietro Castellitto – “Freaks out”
  • Eduardo Scarpetta – “Qui rido io”

Miglior attrice non protagonista

  • Luisa Ranieri – “È stata la mano di Dio”
  • Teresa Saponangelo – “È stata la mano di Dio”
  • Susy Del Giudice – “I Fratello De Filippo”
  • Vanessa Scalera – “L’arminuta”
  • Cristiana Dell’Anna – “Qui rido io”

Miglior sceneggiatura originale

  • Mario Martone, Ippolita Di Majo – “Qui rido io”
  • Nicola Guaglianone, Gabriele Mainetti – “Freaks out”
  • Paolo Sorrentino – “È stata la mano di Dio”
  • Jonas Carpignano – “A Chiara”
  • Leonardo Di Costanzo, Bruno Oliviero, Valia Santella – “Ariaferma”

Miglior sceneggiatura non originale

  • Manetti Bros., Michelangelo La Neve – “Diabolik”
  • Monica Zappelli, Donatella Di Pietrantonio – “L’arminuta”
  • Massimo Gaudioso, Luca Infascelli, Stefano Mordini – “La scuola cattolica”
  • Filippo Gravino, Guido Iuculano, Claudio Cupellini – “La terra dei figli”
  • Nanni Moretti, Federica Pontremoli, Valia Santella – “Tre Piani”
  • Lirio Abate, Serena Brugnolo, Adriano Chiarelli, Francesco Costabile – “Una femmina”

Miglior scenografia

  • “Ariaferma” – Luca Servino
  • “Diabolik” – Noemi Marchica
  • “È stata la mano di Dio” – Carmine Guarino
  • “Freaks out” – Massimiliano Sturiale
  • “Qui rido io” – Giancarlo Muselli, Carlo Rescigno, Laura Casalini, Francesco Fonda

Miglior colonna sonora

  • “A Chiara” – Dan Romer e Benh Zeitlin
  • “America Latina” – Verdena
  • “Ariaferma” – Pasquale Scialò
  • “Diabolik” – Pivio & Aldo De Scalzi
  • “Freaks out” – Michele Braga e Gabriele Mainetti
  • “I Fratelli De Filippo” – Nicola Piovani

Miglior canzone

  • “Diabolik” – “La profondità degli abissi“, Manuel Agnelli
  • “I fratelli De Filippo” – “Faccio ‘a polka“, Nicola Piovani, Dodo Gagliardi
  • “L’arminuta” – “Just You“, Giuliano Taviani, Carmelo Travia
  • “Marilyn ha gli occhi neri” – “Nei tuoi occhi“, Francesca Michielin
  • “Piccolo corpo” – “Piccolo corpo“, Laura Samani

Miglior fotografia

  • “America Latina” – Paolo Carnera
  • “Ariaferma” – Luca Bigazzi
  • “È stata la mano di Dio” – Daria D’Antonio
  • “Freaks out” – Michele D’Attanasio
  • “Qui rido io” – Renato Berta

Miglior trucco

  • “Diabolik” – Francesca Lodoli
  • “È stata la mano di Dio” – Vincenzo Mastrantonio
  • “I fratelli De Filippo” – Maurizio Nardi
  • “Freaks out” – Diego Prestopino, Emanuele De Luca, Davide De Luca
  • “Qui rido io” – Alessandro D’Anna

Migliori costumi

  • “Diabolik” – Ginevra De Carolis
  • “È stata la mano di Dio” – Mariano Tufano
  • “I fratelli De Filippo” – Maurizio Millenotti
  • “Freaks out” – Mary Montalto
  • “Qui rido io” – Ursula Patzak

Migliori acconciature

  • “A Chiara” – Giuseppina Rotolo
  • “Diabolik” – Luca Pompozzi
  • “I fratelli De Filippo” – Francesco Pegoretti
  • “Freaks out” – Marco Perna
  • “7 donne e un mistero” – Alberta Giuliani

Miglior montaggio

  • “A Chiara” – Affonso Gonçalves
  • “Ariaferma” – Carlotta Cristiani
  • “È stata la mano di Dio” – Cristiano Travaglioli
  • “Ennio” – Massimo Quaglia, Annalisa Schillaci
  • “Qui rido io” – Jacopo Quadri

Miglior suono

  • “Ariaferma”
  • “È stata la mano di Dio”
  • “Ennio”
  • “Freaks out”
  • “Qui rido io”

Migliori effetti visivi

  • “A classic horror story”
  • “Diabolik”
  • “È stata la mano di Dio”
  • “Freaks out”
  • “La terra dei figli”

Miglior documentario

  • Atlantide” – Yuri Ancarani
  • Ennio” – Giuseppe Tornatore
  • Futura” – Pietro Marcello, Francesco Munzi, Alba Rohrwacher
  • Marx può aspettare” – Marco Bellocchio
  • Onde radicali” – Gianfranco Pannone

Miglior cortometraggio (già assegnato)

  • Maestrale” – Nico Bonomolo

Miglior film straniero

  • Belfast” – Kenneth Branagh
  • Don’t look up” – Adam McKay
  • Drive my car” – Hamaguchi Ryūsuke
  • Dune” – Denis Villeneuve
  • Il potere del cane” – Jane Campion


David giovani

  • “Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto”, Riccardo Milani
  • “Diabolik” – Manetti Bros.
  • “È stata la mano di Dio” – Paolo Sorrentino
  • “Ennio” – Giuseppe Tornatore
  • “Freaks out” – Gabriele Mainetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.