La Festa del Cinema di Roma si è appena conclusa: tanti i lavori presentati e tra questi, nella sezione Eventi Speciali, “E noi come stronzi rimanemmo a guardare”, il nuovo film Sky Original diretto da Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif. Prodotta da Wildside, società del gruppo FremantleVision Distribution e I Diavoli e scritta da Michele Astori e da Diliberto, la pellicola vede nel cast Fabio De Luigi, Ilenia PastorelliPif stesso, Valeria Solarino, Maurizio Marchetti, Maurizio Lombardi ed Eamon Farren.

Di natura comica, “E noi come stronzi rimanemmo a guardare” tratta uno spaccato di vita estremamente reale. Quello in cui l’IA, la cosiddetta intelligenza artificiale, sembra aver preso il sopravvento su noi essere umani, con il rischio che ci renda schiavi e non liberi e all’avanguardia. “Quando poi l’algoritmo si incomincia a utilizzare anche nel mondo del lavoro, quindi dei diritti e non solo per la prenotazione del biglietto del cinema, allora la cosa diventa maledettamente seria”, si legge nella nota di regia.

Per capire meglio di cosa stiamo parlando, vi lasciamo di seguito la sinossi:

Arturo è un manager rampante che, senza sospettarlo, introduce l’algoritmo che lo renderà superfluo nella sua azienda. Perde così in un solo colpo fidanzata, posto di lavoro e amici. Per non rimanere anche senza un tetto si adatterà a lavorare come rider per FUUBER, una grande multinazionale, colosso della tecnologia. L’unica consolazione alla sua solitudine è Stella, un ologramma nato da una app sviluppata dalla stessa FUUBER. Ma dopo la prima settimana di prova gratuita, quando Arturo è ormai legato alla figura di Stella, lui non può permettersi di rinnovare l’abbonamento. Arturo si troverà così costretto a darsi da fare per ritrovare l’amore e la libertà, ammesso che esistano davvero…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *