Cinema e teatri tornano finalmente a respirare dopo mesi e mesi di stop forzato. L’emergenza Coronavirus ha messo in ginocchio sin da subito il mondo dell’entertainment, annullando qualsiasi evento e lasciando a casa migliaia di lavoratori. Proprio l’altro giorno una parte di quest’ultimi è scesa in Piazza del Popolo a Roma per richiedere aiuti concreti al Governo. Tra i manifestanti tanti volti noti dello spettacolo: Giuliano Sangiorgi, Emma Marrone, Alessandra Amoroso, Max Gazzè, Fiorella Mannoia, Diodato Renato Zero. A quanto pare la loro voce è stata ascoltata. Il Comitato Tecnico Scientifico, infatti, ha dato il via libera, da lunedì 26 aprile, alla riapertura di cinema, teatri e sale da concerto sia esterne che interne nelle regioni in zona gialla.

Si potranno occupare i posti fino al 50% della capienza totale, con un innalzamento a un massimo di 500 spettatori negli spazi chiusi e di 1.000 spettatori in quelli aperti. Ovviamente pubblico ed artisti dovranno fare massima attenzione e rispettare tutte le norme di sicurezza anti-contagio. Il Comitato Tecnico Scientifico ha anche concesso la possibilità di organizzare spettacoli ed eventi con un numero superiore di spettatori, adottando però misure aggiuntive.

L’arte non può essere messa da parte. “Senza arte non si riparte” citava qualcuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *