Film sul Coronavirus? Perchè no!

La situazione di emergenza sanitaria, sociale ed economica causata dal Coronavirus sarà il soggetto di molti film sul Coronavirus e tra questi ci saranno i progetti cinematografici di Gabriele Muccino, Gabriele Salvatores e molti altri.
In futuro saranno tanti i titoli che analizzeranno e racconteranno l’Italia ai tempi del Covid-19 e che coinvolgeranno le persone a casa ma anche diversi personaggi del mondo dello spettacolo.
Uno tra i primi registi che ha manifestato la sua idea è stato Gabriele Muccino, che sui suoi profili social ha lanciato “Il grande caos” affermando: “Vorrei realizzare un film su questo momento storico che tutti insieme, ad ogni latitudine sociale e geografica, stiamo attraversando. Se vorrete collaborare con me, vi prego scrivetemi delle vostre esperienze, riflessioni, raccontatemi delle vostre ansie, dei cambiamenti che stanno subendo le vostre vite ma soprattutto il vostro sguardo sulle cose, se sta cambiando e come…”.

Anche Gabriele Salvatores ha annunciato il suo “Viaggio in Italia”, prodotto da Indiana Produzioni e Rai Cinema. Il film fotograferà l’emergenza così come viene vissuta e vista dagli italiani chiusi in casa, tra modi per occupare il tempo, pensieri, riflessioni, paure e preoccupazioni.

Quarantena-documentario” è invece il progetto, ispirato al celebre documentario proprio di Salvatores “Italy in a day”, che viene portato avanti da un gruppo di film-maker e antropologi bolognesi attraverso una pagina su Facebook. Gli utenti sono invitati a inviare video con azioni, esperienze, pensieri, sensazioni ed emozioni scaturite durante questo periodo di quarantena e i migliori contributi verranno utilizzati in un docufilm diffuso.

Endemol Shine Italy sta lavorando a #rEsistiamo, un racconto per la televisione che coinvolgerà le persone nelle loro case e il loro #iorestoacasa raccontato con dei video-diari.
Infine, anche Raoul Bova ha comunicato il desiderio di voler realizzare una serie televisiva in 12 puntate ispirata al Coronavirus con protagonista la Croce Rossa.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *