E’ stato comunicato ufficialmente che Anna Foglietta condurrà le serate di apertura e chiusura della 77esima Mostra del Cinema di Venezia, in programma dal 1 al 12 settembre 2020. L’attrice condurrà quindi le serate di inizio e di fine dell’evento, diretto da Alberto Barbera e organizzato dalla Biennale di Venezia.
La serata di mercoledì 2 settembre 2020 sarà quella che darà il via alla kermesse e si terrà sul palco della Sala Grande (Palazzo del Cinema al Lido) e la cerimonia di chiusura, invece, sarà il 12 settembre, in occasione della quale saranno annunciati i Leoni e gli altri premi ufficiali della Mostra del Cinema di Venezia 2020.

Anna Foglietta ha iniziato il suo percorso nel mondo della recitazione già dagli anni del liceo, passando per il teatro, la pubblicità, la televisione ed infinite approdando al cinema. La sua prima esperienza televisiva arriva con “La Squadra“, in cui recita per 4 anni e successivamente ha preso parte a 2 stagioni di “Distretto di Polizia“. Il primo film per il cinema, invece, è “Sfiorati“, diretto da Angelo Orlando, seguito nel 2008 da “Solo un padre“, di Luca Lucini.
Con il ruolo di Eva nella pellicola “Nessuno mi può giudicare” di Massimiliano Bruno ottiene la candidatura ai David di Donatello e ai Nastri d’Argento riceve il premio come Miglior Attrice di commedia del 2011.

Anna Foglietta ha poi lavorato con i fratelli Vanzina in “Ex-Amici come prima” (2011) e in “Mai stati uniti” (2013), con Neri Parenti in “Colpi di fulmine” nel 2012. Per quest’ultimo vince il Cine Ciak d’Oro come Miglior Attrice Comica e le Chiavi d’Oro per gli incassi.

Nel 2014 è tra i protagonisti di “Confusi e felici” di Massimiliano Bruno e nello stesso anno dà sfoggio delle sue qualità da conduttrice presentando al fianco di Paolo Ruffini il premio David di Donatello. Nel 2015 è la protagonista femminile del terzo film da regista di Edoardo Leo dal titolo “Noi e la Giulia” in un ruolo che le vale la nomination ai David di Donatello. Il 2015 è anche l’anno in cui gira il fortunatissimo e pluri-premiato film per la regia di Paolo Genovese (col quale Anna aveva già lavorato nel 2014 in “Tutta colpa di Freud“) “Perfetti sconosciuti“, dove è una delle protagoniste femminili: vince il Nastro d’argento speciale e riceve un’altra nomination ai David di Donatello.

Sono seguiti poi lavori in altrettanti film di successo, come “Che vuoi che sia“, “Il contagio” e “Il premio“, ma anche serie TV come “La mafia uccide solo d’estate“,

Nel 2019, in occasione della 69esima edizione del Festival di Sanremo firmata da Claudio Baglioni, Anna conduce insieme a Rocco Papaleo il DopoFestival e nello stesso anno porta sul piccolo schermo per Rai 1 un’altra grande figura femminile, interpretando Nilde Iotti in “Storia di Nilde“, che raccoglie numerosi consensi raggiungendo il 16.2% di share.

Nel 2020 Anna Foglietta è interprete di due commedie cinematografiche: la prima è “DNA – Decisamente Non Adatti“, con la regia di Lillo e Greg, che a causa dell’emergenza COVID-19 debutta in streaming anziché nei cinema e, proprio per la sua singolare interpretazione che la vede interprete di tutte le protagoniste femminili di questo film, riceve una la candidatura ai Nastri D’Argento 2020 come Migliore attrice di una commedia.

La seconda commedia è l’atteso film di Carlo Verdone dal titolo “Si vive una volta sola” all’interno del quale recita insieme a Max Tortora, Rocco Papaleo e lo stesso Verdone. L’uscita del film, però, è stata sospesa a causa dell’emergenza COVID-19.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *