Esce oggi, 3 gennaio 2019, nelle sale cinematografiche italiane “Vice – L’uomo nell’ombra”, il nuovo film biografico diretto dal regista statunitense Adam McKay.
La pellicola, distribuita da Eagle Pictures e Leone Film Group, ha ottenuto alla bellezza di 8 candidature ai prossimi Golden Globe, che si terranno il 6 gennaio 2019.

Le vicende narrate sono quelle di Dick Cheney, il vice presidente più influente della storia degli Stati Uniti, più che braccio destro dell’amministrazione di George W. Bush.
Dopo il suo ultimo film “La grande scommessa”, campione di incassi e vincitore dell’Oscar alla Migliore sceneggiatura non originale, McKey torna a mostrare il velato presente nella società americana e non solo.

Tra i pregi del film c’è quello di un cast di fuoriclasse tra cui spiccano i nomi di attori importanti quali Christian Bale, Amy Adams, Steve Carell a Sam Rockwell.
Il personaggio di Cheney (Christian Bale) è mostrato come un machiavellico “uomo nell’ombra” che muove i fili della nazione più potente al mondo in anni cruciali per la storia mondiale contemporanea corrispondenti alla presidenza Bush (Sam Rockwell): quelli che vanno dal 2001 al 2009. Dall’attacco alle Torri Gemelle, alla guerra all’Iraq, alle crudeltà di Guantanamo, alle tante bugie e omissioni, tutto gestito proprio dal vice presidente, sempre appoggiato dall’ambiziosa e amorevole moglie Lynne (Amy Adams) e dal mentore Donald Rumsfeld (Steve Carell).

 Straordinaria l’interpretazione di Bale a proposito della quale il regista racconta:

Bale voleva sapere tutto su Cheney e assorbire tutto di lui. Ha anche incontrato un nutrizionista per prendere peso in modo salutare. Aveva poi un coach vocale, uno per i movimenti. Tutto ciò che poteva aiutarlo a trasformarsi in Cheney: il modo in cui camminava, il modo in cui parlava e si muoveva. Poi il giorno in cui abbiamo iniziato a girare è diventato quel personaggio. Abbiamo pensato che Cheney fosse lì davanti a noi.“.

“Vice – L’uomo nell’ombra”, da oggi nei nostri cinema.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *