DRINK: OUTLAW
(ispirato al film “Lawless”, di John Hillcoat, 2012)

BARMANUgo Acampora, del Twins, cocktail, wine, coffee di Napoli, già vincitore del Premio Strega Mixology 2018

INGREDIENTI:

  • 5 cl di bourbon Jim Beam
  • 2cl di mix succo di agrumi (limone, arancia, pompelmo)
  • 2 cl di sherbet alla camomilla
  • 2 cl di Elixir Falernum

Bicchiere: stivale (fantasy)
Garnish: arancia disidratata

PREPARAZIONE:
Il cocktail si esegue con la tecnica mix & pour versando tutti gli ingredienti eccetto l’Elixir Falernum all’interno di un Boston shaker con ghiaccio tritato. Quindi si versa tutto all’interno del bicchiere fantasy e successivamente si aggiunge l’Elixir facendolo affondare.

ISPIRAZIONE:
Il cocktail è una semplice, ma innovativa rivisitazione del New York Sour, a cui si sostituisce il rye whisky con Jim Beam, un bourbon, che vuol dire Famiglia, grazie al lancio della campagna #TheFamily, una challenge della durata di un anno che coinvolge quindici cocktail bar italiani su Instagram. E’ stato inserito succo di agrumi e uno sciroppo per bilanciarlo e sostituito il classico vino rosso, usato per la ricetta originale con l’Elixir Falernum (Ratafià a base di vino e frutti di bosco) della distilleria Petrone, ricollegando il tutto alla leggenda dell’immortalità dei fratelli Bondurant. Per questo cocktail l’ispirazione viene da un film ambientato nei primi anni del Proibizionismo: “Lawless”, interpretato, tra gli altri, da Shia LaBeouf e Tom Hardy. I fratelli Bondurant erano dei produttori clandestini di whiskey e si dice che fossero “protetti” da una leggenda di famiglia che li vorrebbe immortali. Nella Virginia dei primi anni del Proibizionismo, i tre fratelli distillano e vendono clandestinamente alcolici, prima fuori città, senza immischiarsi con i gangster che si ammazzano tra loro per le strade, quindi, alzando il rischio e il tenore degli affari. La scelta del titolo, Outlaw – tradotto “fuorilegge” indica già la differenza con lawless – senza legge.

Carlo Dutto

Ugo Acampora barman
Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *