La douleur“: Francia, 1944, occupazione nazista.
Queste poche informazioni bastano a delineare una trama che tocca uno degli argomenti più tragici e sconvolgenti della storia. Questo film, scritto e diretto da Emmanuel Finkiel, narra della protagonista Marguerite, scrittrice appartenente alla Resistenza, a cui viene strappato il marito Robert in seguito ad una deportazione da parte della Gestapo.
Marguerite inizia la sua lotta per salvarlo, arrivando ad avere una relazione con Rabier, uno dei membri del Governo di Vichy, pur di riuscire a liberare il marito da quella trappola mortale. La suspense e l’inquietudine risiedono proprio in questo rapporto con Rabier, il pendolo oscilla nel dubbio: vuole aiutarla oppure vuole solo usarla come cavia da cui ottenere le informazioni sui movimenti dei ribelli e dei clandestini?
L’omonimo romanzo da cui è tratto il film (in Italia è edito dalla Feltrinelli col titolo tradotto “Il dolore”) è stato scritto proprio in quegli anni, nel 1944, ma venne pubblicato solamente nel 1985, da Marguerite Duras ed è infatti il racconto autobiografico di questa straziante vicenda, un vero e proprio diario dell’angosciante attesa del ritorno e insieme il viaggio di una donna che si barcamena tra violenza e dolore. Quando qualcuno veniva deportato nei campi di concentramento, lasciava ai suoi cari il vuoto di un’assenza che nella maggior parte dei casi non veniva più colmata. La giovane protagonista decide di non restare ferma, preda di quell’attesa infinita e disillusa, e nemmeno di abbandonarsi al lamento prima di aver fatto di tutto per cercare di salvare l’amato marito, a costo di finire nelle braccia del nemico.
La regista Finkiel è particolarmente legata a questo film, dal momento che suo padre subì la deportazione dei genitori e del fratello ad Auschwitz e il tormento dell’attesa logora piano piano.
Il film”La douleur” uscirà nelle sale cinematografiche il prossimo 17 gennaio, distribuito da Valyn e Wanted e nel cast troveremo Mélanie ThierryBenoît MagimelBenjamin BiolayShulamit AdarGrégoire Leprince-Ringuet.
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *